Mitologia greca: Demetra

Di: Matteo D.
Tramite: O2O 18/07/2019
Difficoltà: media
17

Introduzione

Demetra è il nome che nella mitologia greca è stato attribuito all'omonima dea dell'agricoltura figlia delle divinità Croni e Rea rispettivamente sorella e consorte di Zeus (il re degli dei). Il suo nome viene raramente menzionato da Omero né tantomeno è incluso tra gli dei dell'Olimpo, ma le radici della sua leggenda sono molto antiche e tutte da scoprire. In riferimento a ciò, ecco degli appunti di mitologia greca che riguardano proprio Demetra.

27

Occorrente

  • Libri di mitologia
  • Libri di storia
37

L'angoscia di Demetra per la figlia rapita

La leggenda era incentrata sulla storia di sua figlia Persefone che fu portata via da Ade il dio degli inferi. Demetra andò alla sua ricerca e, durante il viaggio, rivelò i suoi riti segreti al popolo di Eleusi che l'aveva accolta. Sempre in merito a questa leggenda, va altresì aggiunto che il popolo attribuiva alla sua angoscia per la figlia rapita la carestia che si verificò per il mancato raccolto di grano. Oltre a Zeus, Demetra aveva un amante che rispondeva al nome di Lasion (un cretese), al quale portava in dono ricchezza cioè prodotti abbondanti del suolo.

47

L'influenza di Demetra sulle popolazioni greche

L'influenza di Demetra sulle popolazioni greche tuttavia non si limitava al grano, ma si estendeva alla vegetazione in generale e a tutti i frutti della terra. Un altro aspetto importante di Demetra era quello di una divinità degli inferi; infatti, fu adorata come tale a Sparta quest'ultima nota per la sua rivalità con Atene, ed in particolare per chi doveva detenere lo scettro di polis (città stato) modello. Avendo constatato che la maggior parte delle storie di Demetra erano legate al suddetto rapimento della figlia, va aggiunto che quando seppe della sparizione partì alla sua ricerca, restando per nove giorni e altrettante notti senza bere e mangiare ed invocandone a ripetizione il suo nome.

Continua la lettura
57

Il dono della fertilità di Demetra

In Tessaglia la Dea Demetra secondo la leggenda deteneva un bosco che era considerato sacro, e che un giorno un uomo di nome Erisittone decise di radere al suolo per costruirvi una nuova stanza del suo già ampio palazzo. La dea come prima reazione cercò di convincerlo ad abbandonare questa idea, ma visto la sua ostinazione nel procedere gli concesse il permesso. Infine come ulteriore prova dell'adorazione per questa Dea da parte dei popoli greci, va sottolineato che per molte donne era da venerare poiché oltre alla fertilità della terra era in grado di garantire quella sessuale, e quindi favorire la crescita di una cospicua prole con la speranza che da adulti diventassero dei grandi guerrieri o mitici eroi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

La mitologia greca nella cultura occidentale

Fra i popoli antichi, il più civilizzato e il più avanzato, in senso artistico e culturale, fu sicuramente quello greco. Dopo la conquista romana, l'arte, la filosofia e la mitologia greca vennero esportate e, grazie alle conquiste dell'impero romano,...
Letteratura

Mitologia greca: Eracle e i suoi discendenti

Eracle era un personaggio della mitologia greca un semidio figlio di Zeus e Alcmena considerato un eroe ricco di coraggio, forza e grande intelligenza a tal punto da essere adorato sia come dio che come eroe. Tra le tante doti aveva anche una grande potenza...
Letteratura

Mitologia greca: la casa di Atreo

Atreo, nella mitologia greca, fu re di Macedonia. Figlio di Pelope ed Ippodamia, fu padre di Agamennone e di Menelao. La loro famiglia è stata celebrata nei più famosi poemi e nelle tragedie di Sofocle, Euripide e Eschilo tra i tanti. La vicenda narra...
Letteratura

Mitologia greca: Prometeo

Prometeo, figlio di Giapeto e di Climene, aveva la virtù di prevedere il futuro. Egli era il più intelligente della sua razza. Infatti, insegnò ai mortali la medicina, l'architettura, l'astronomia, l'arte di levigare i metalli e l'arte della navigazione....
Letteratura

L'importanza dei miti nella cultura greca

l'importanza dei miti nella cultura greca intesi come patrimonio di idee, tradizioni, istituzioni religiose e sociali, andavano a determinare la cultura di un popolo nella sua fase primitiva. Succedeva questo grazie alla narrazione di eventi accaduti...
Letteratura

Le creature mitologiche più conosciute della storia

Nel corso della storia l’uomo ha sempre generato narrazioni in grado di arricchire la propria esperienza nel mondo. L’insieme delle storie fantastiche e dei miti tradizionali di un popolo ne costituisce la mitologia. Al centro delle narrazioni mitologiche...
Letteratura

Creature mitologiche: la Fenice

La mitologia è piena di creature che hanno ispirato molte storie, giunte fino a noi tramite i testi antichi e opere di famosi scrittori romani o greci. Rielaborate poi durante i secoli ed adattate ad opere più moderne di fantasia.Alcune di queste figure...
Letteratura

Creature mitologiche: le Arpie

Le Arpie, mitologiche creature immaginate nell'antichità con il volto femminile e il corpo di un avvoltoio, furono inviate da Zeus in Tracia per punire la disobbedienza del re Fineo. Nella mitologia greca avevano un aspetto ripugnante ed erano simbolo...