Mitologia greca: Prometeo

Tramite: O2O 08/08/2019
Difficoltà: media
15

Introduzione

Prometeo, figlio di Giapeto e di Climene, aveva la virtù di prevedere il futuro. Egli era il più intelligente della sua razza. Infatti, insegnò ai mortali la medicina, l'architettura, l'astronomia, l'arte di levigare i metalli e l'arte della navigazione. Tutto ciò l'aveva appreso dalla dea Atena, nata dalla testa di Zeus. Quest'ultimo si adirò nel vedere gli uomini divenire sempre più esperti e potenti. Si può quindi dire che Prometeo era un titano amico dell'umanità e del progresso. Ecco allora di seguito alcune notizie sulla mitologia greca e su Prometeo.

25

Giove

Quando Giove succedette a Saturno volle imporre agli uomini la sua supremazia. Con una riunione tra dei e mortali venne stabilito il criterio di divisione di ogni vittima. L'incarico fu dato a Prometeo. Egli dopo aver ucciso un grosso bue fece due mucchi. In uno mise i pezzi migliori ed in un altro le ossa avvolte dal grasso. Invitò quindi Giove a scegliere che optò per il secondo in quanto più appariscente. Accortosi dell'inganno Giove tolse il fuoco a chi l'aveva ingannato. Prometeo però alla prima occasione lo rubò e lo riportò agli uomini. Per tale motivo Giove fece incatenare Prometeo sul monte Caucaso. Ogni giorno un'aquila si cibava del suo fegato che cresceva perennemente. Dopo 30 anni di questo supplizio Giove fece liberare Prometeo.

35

Pandora

Gli uomini furono puniti da Giove per il fuoco rubato con un castigo senza fine: la donna. Zeus ordinò a Vulcano di modellare una fanciulla bellissima. Tutti gli dei le diedero un dono prezioso; per questo motivo venne chiamata Pandora. Soltanto Mercurio le pose nel petto un cuore infido e sulle labbra parole ingannevoli. La fanciulla fu mandata da Giove sulla terra, insieme ad un vaso sigillato. Un giorno Pandora per curiosità decise di aprire il vaso affidatole da Giove. Così facendo tutti i mali che erano contenuti nell'orcio si sparsero nel mondo, provocando sciagure al genere umano. Soltanto la speranza restò nel vaso.

Continua la lettura
45

Decaulione

Ad un certo punto Giove era talmente adirato che pensò di sterminare il genere umano sommergendolo nelle acque di un diluvio. Quando Prometeo venne a conoscenza dell'insano progetto del dio avvertì il figlio Decaulione del flagello imminente. Quest'ultimo, re di Ftia in Tessaglia, decise di costruire un'arca di legno per poter sopravvivere al diluvio. Decaulione si rinchiuse nell'arca con la moglie Pirra non appena le acque cominciarono a coprire la terra. L'arca errò per nove giorni e nove notti sui flutti. Al sopraggiungere del decimo giorno le acque cessarono e l'arca si arenò sulla cima del monte Parnaso.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

La mitologia greca nella cultura occidentale

Fra i popoli antichi, il più civilizzato e il più avanzato, in senso artistico e culturale, fu sicuramente quello greco. Dopo la conquista romana, l'arte, la filosofia e la mitologia greca vennero esportate e, grazie alle conquiste dell'impero romano,...
Letteratura

Mitologia greca: Demetra

Demetra è il nome che nella mitologia greca è stato attribuito all'omonima dea dell'agricoltura figlia delle divinità Croni e Rea rispettivamente sorella e consorte di Zeus (il re degli dei). Il suo nome viene raramente menzionato da Omero né...
Letteratura

Mitologia greca: Eracle e i suoi discendenti

Eracle era un personaggio della mitologia greca un semidio figlio di Zeus e Alcmena considerato un eroe ricco di coraggio, forza e grande intelligenza a tal punto da essere adorato sia come dio che come eroe. Tra le tante doti aveva anche una grande potenza...
Letteratura

Mitologia greca: la casa di Atreo

Atreo, nella mitologia greca, fu re di Macedonia. Figlio di Pelope ed Ippodamia, fu padre di Agamennone e di Menelao. La loro famiglia è stata celebrata nei più famosi poemi e nelle tragedie di Sofocle, Euripide e Eschilo tra i tanti. La vicenda narra...
Letteratura

L'importanza dei miti nella cultura greca

l'importanza dei miti nella cultura greca intesi come patrimonio di idee, tradizioni, istituzioni religiose e sociali, andavano a determinare la cultura di un popolo nella sua fase primitiva. Succedeva questo grazie alla narrazione di eventi accaduti...
Letteratura

Le creature mitologiche più conosciute della storia

Nel corso della storia l’uomo ha sempre generato narrazioni in grado di arricchire la propria esperienza nel mondo. L’insieme delle storie fantastiche e dei miti tradizionali di un popolo ne costituisce la mitologia. Al centro delle narrazioni mitologiche...
Letteratura

Creature mitologiche: la Fenice

La mitologia è piena di creature che hanno ispirato molte storie, giunte fino a noi tramite i testi antichi e opere di famosi scrittori romani o greci. Rielaborate poi durante i secoli ed adattate ad opere più moderne di fantasia.Alcune di queste figure...
Letteratura

Creature mitologiche: le Arpie

Le Arpie, mitologiche creature immaginate nell'antichità con il volto femminile e il corpo di un avvoltoio, furono inviate da Zeus in Tracia per punire la disobbedienza del re Fineo. Nella mitologia greca avevano un aspetto ripugnante ed erano simbolo...