Musica classica: i principali strumenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra che è composta da queste quattro macro sezioni, e in questa lista vi verranno illustrati i principali strumenti di ogni categoria.

26

Gli archi

La sezione più numerosa di un'orchestra è composta da strumenti che producono suono mediante la vibrazione delle corde, percosse da un archetto (come il violino, la viola, il violoncello e il contrabbasso) o con le dita (l'arpa).
La qualità del suono dipende dalla forma, dal tipo di legno utilizzato, lo spessore e la vernice utilizzata per ricoprire il corpo dello strumento. Le corde possono essere fatte di fibre di budello pure o sintetiche, oppure in acciaio. Solitamente le corde in budello conferiscono un suono più particolare e personale allo strumento, ma hanno un prezzo elevato rispetto a quelle in acciaio.
L'archetto con la quale si suona è composto da un'asta in legno dove alle estremità sono agganciati i crini di cavallo.

Il Violino è lo strumento più piccolo e dall'estensione più acuta di tutta la famiglia degli archi. Solitamente il solita suona in piedi, mentre gli altri lo suonano seduti. Di solito è il violino che esegue la melodia principale, perché il suo timbro meglio si presta a questo ruolo rispetto agli altri strumenti. In un'orchestra troviamo i "primi" violini e i "secondi", che eseguono parti diverse.

La Viola è di dimensioni leggermente più grandi rispetto al violino, ed è seconda per estensione. Le prime tre corde duplicano l'estensione delle tre corde più gravi del violino, mentre la quarta è di 5 note gravi rispetto all'ultima. Ha un tono più caldo, e serve da accompagnamento alla melodia principale.

Il Violoncello ha un'estensione di solo un'ottava più bassa rispetto alla viola, ma ha dimensioni maggiori. Per la dimensione, il violoncellista suona seduto con lo strumento fra le ginocchia. Il cello suona la linea del basso nella melodia, e talvolta può riprodurre le note cantate da un tenore.

Il Contrabbasso è lo strumento più grande e più grave di tutta la famiglia di archi, un ottavo più basso rispetto al violoncello.

L'Arpa ha una forma diversa rispetto agli strumenti precedenti, è alta, triangolare e con circa 45 corde verticali. Le corde sono pizzicate o strimpellate, mentre i 7 pedali alla base servono a modificare la lunghezza delle corde per produrre suoni più acuti o gravi. L'arpista suona seduto con lo strumento fra le ginocchia, in modo tale da raggiungere le corde e usare i pedali, che modificano il suono di uno o due semitoni.

36

Gli aerofoni

Solitamente gli strumenti a fiato sono fatti di legno, ma possono anche essere fatti di metallo, plastica o una combinazione di materiali. Sono dei tubi con un'apertura all'estremità finale e all'altra il serbatoio d'aria dove l'esecutore soffia per produrre il suono. Nel corpo dello strumento sono presenti i fori coperti dai chiavistelli. Premendo i chiavistelli vengono prodotte le diverse note.

Il Flauto viene suonato soffiando nell'apposita imboccatura. Il timbro varia a seconda delle note, può avere un tono caldo e avvolgente o acuto e pungente. Come il violino, il flauto molto spesso è lo strumento che suona la melodia principale.

L'Ottavino è la versione più piccola del flauto. Grazie alle sue ridotte dimensioni, è in grado di produrre suoni particolarmente acuti.

L'Oboe è fatto di legno, e ha un suono più vellutato rispetto al flauto, che comunque riesce a replicare note da soprano, e può essere lo strumento principale di una composizione.

Il Clarinetto produce un suono fluido e anch'esso vellutato. Ha un'estensione di circa quattro ottave, che lo rende uno strumento molto versatile.

Il Fagotto ha un suono più grave rispetto agli strumenti precedenti. Quando l'esecutore soffia nell'ancia, l'aria percorre circa 2 metri fino all'estremità inferiore fino a risalire alla fonte d'aria.

Il Sassofono ha un timbro più marcato, ed è il più versatile fra gli aerofoni. Ha trovato largo uso nei genere musicale Jazz.

Continua la lettura
46

Gli ottoni

Solitamente gli ottoni sono tubi molto lunghi che terminano l'estremità come una campana.

La Tromba è lo strumento con l'estensione più acuta della famiglia di appartenenza, e siccome risale intorno al 1550 a. C. Il suo impiego era principalmente quello di inviare segnali, grazie al suo timbro brillante.

Il Trombone ha un suono più vellutato rispetto alla tromba, e invece dei chiavistelli le note variano muovendo avanti o indietro la coulisse.

Il Corno ha un suono forte e brillante, che può essere utilizzato in contrasto con gli altri strumenti. Consiste in un tubo lungo circa 4 metri avvolto più volte, e le note vengono prodotte premendo delle valvole.

La Tuba è l'ottone con l'estensione più grave. Ci sono 4 o 5 valvole, e generalmente in un'orchestra c'è una sola parte per una sola tuba.

56

Le percussioni

Le percussioni forniscono la parte ritmica della melodia. Le percussioni accordabili producono delle note precise, mentre quelle non accordabili producono un suono secco, dalla nota indefinita.

In cima alla lista abbiamo i Timpani, composte da una cassa in ottone con la membrana in pelle di vitello o in plastica. Il percussionista colpisce lo strumento con le bacchette; maggiori le dimensioni dello strumento, più grave è il suono prodotto.

Il Pianoforte è certamente uno degli strumenti più famigliari. Non solo è impiegato come strumento da solista, ma può anche essere di accompagnamento. È stato largamente utilizzato nei generi più disparati, dalla musica classica al jazz, blues al rock and roll fino alla musica techno dei giorni nostri.

Altri strumenti sono il Tamburo rullante, il Basso che differiscono dal timpano principalmente per le dimensioni e il timbro del suono; il Gong e i Cimbali sono sostanzialmente dei piatti in ottone: il primo ha un suono più secco e dalla risonanza maggiore, il sostegno varia a seconda della forza con cui l'esecutore colpisce, mentre gli ultimi hanno un suono più tagliente.

66

Conclusione

Nella musica classica, o meglio, nell'orchestra sono presenti numerose varietà di strumenti utilizzati a seconda del tipo di composizione, e questo rende il genere il più complesso rispetto agli altri. Basta ricordarsi che gli strumenti appartengono a quattro macro categorie e sarà facile individuarne quelli principali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come ascoltare la musica classica

Ascoltare buona musica significa mettersi in contatto con una forma d’arte formidabile. Oggi la musica è sempre con noi, dovunque andiamo: radio, lettori mp3, smartphone, tablet. Qualunque brano è accessibile in un attimo collegandosi alla rete. Insomma,...
Musica

Principali differenze tra la chitarra classica e la chitarra acustica

Chi ama la musica non può fare a meno di avere almeno uno strumento musicale e saperlo suonare abbastanza bene. La chitarra è sicuramente tra i più classici degli strumenti, che è conosciuto in tutto il mondo per il suo suono particolare e per la...
Musica

Guida alla musica classica italiana

La musica classica è lo stile che si sviluppa in un periodo ampissimo, che va dal 1200 fino ai primi anni del 1900. L'aggettivo "classica" sta ad indicare la considerazione che si ha di questo stile, che è stato preso nel corso degli anni come modello...
Musica

I migliori strumenti per creare musica minimal

La musica minimal come si intuisce dal nome è una musica minimale, ovvero che parte dai suoni base della musica, che quasi la musica in realtà sembra non esistere per dare spazio ad un continuum di suoni ritmatici che creano il ritmo. La musica minimal...
Musica

I principali strumenti a fiato

Definiti comunemente strumenti a fiato, gli aerofoni sono corpi cavi a forma di canna o di tubo. Questo tipo di strumenti produce il suono con la vibrazione della colonna d'aria in essa sospinta. Quanto più lunga ed ampia è questa colonna d'aria, quanto...
Musica

Come avvicinarsi all'ascolto della musica classica

Quando si parla di musica classica, non si intende solo il periodo che va' dal 1700 al 1800. Sicuramente è il periodo più celebre della storia. Ha visto nascere dei grandi compositori che con le opere, hanno illuminato quegli anni. Ma questo genere,...
Musica

I principali strumenti a corda

Gli strumenti musicali si distinguono in tre grandi categorie: gli strumenti a fiato, quelli a percussione e i cordofoni. Ognuna delle categorie comprende una grande quantità di strumenti musicali, facenti parte della stessa famiglia, ma profondamente...
Musica

Musica: gli strumenti a mantice

Studiare la musica rappresenta un'attività meravigliosa da compiere. Questo perché consente ad un artista di esprimere tutto se stesso con melodie e suoni che arrivano dritti al cuore della gente. Lo studio della musica permette anche di conoscerne...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.