Musica classica: le opere di Mozart

Tramite: O2O 16/07/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

Wolfgang Amadeus Mozart è senza dubbio uno dei più grandi musicisti mai esistiti. Nato a Salisburgo il 27 gennaio 1756 e morto a Vienna il 5 Dicembre 1791, si riconosce universalmente come uno dei più importanti e proficui compositori di musica classica. Il suo genio, rivelatosi già in tenera età, sviluppò delle opere di grande impronta musicale. Influenzando decisamente tutti i generi esistenti nell'epoca in cui visse. Si può definire anche un "pioniere" nella sua attività, perché componeva a titolo di libero professionista diversamente dall'uso comune. Infatti in quel periodo, vigeva la composizione musicale impostata come "servitù feudale" alle dipendenze altrui. La morte precoce di Mozart, avvenuta per motivi sconosciuti a trentacinque anni di età, non ha impedito al suo genio di manifestarsi in una quantità smisurata di opere musicali. Ben seicentoventisei, secondo il catalogo redatto nel 1862. Ecco una guida relativa alle opere di Musica classica di Mozart.

29

Occorrente

  • Opere di Mozart
39

Opere teatrali

Mozart fu autore di diverse opere teatrali, che si suddividono stilisticamente in tre periodi. Innanzitutto ci sono le opere della prima giovinezza, sul modello del melodramma italiano. Fra queste ricordiamo: "La finta semplice", "Mitridate re di Ponto", "Ascanio in Alba" ed infine "Il sogno di Scipione". Successivamente, fra le opere della sua prima maturità, ecco "La finta giardiniera", "Il re pastore" e "Zaide" (non completata). Da ultimo, le opere della maturità artistica di Mozart, che includono i grandi capolavori: "Idomeneo, re di Creta", "Il ratto del serraglio", "Le nozze di Figaro", "Il Don Giovanni", "Così fan tutte", "La clemenza di Tito" ed "Il flauto magico".

49

Musica sacra

Nella produzione sacra di Mozart si trovano alcuni fra i suoi più importanti capolavori. Fra le diciannove Messe da lui composte ricordiamo la Missa solemnis K. 337, scritta nel 1780, e la Messa in do minore K. 427, composta nel 1783. Inoltre, sono di rilevante importanza le sessanta composizioni sacre di Mozart (cantate e sonate da chiesa, litanie e vespri). Il Requiem in re minore K. 626 è l'ultima sua composizione del 1791, non ultimata per via della morte dello stesso autore. L'opera ebbe il suo compimento solo successivamente, grazie a Franz Xaver Süssmayr e ad altri allievi di Mozart. Rimane comunque una tra le sue più famose composizioni.

Continua la lettura
59

Opere per archi e sonate

Di particolare rilevanza nella produzione cameristica mozartiana sono i trii, i quartetti ed i quintetti per archi. I quartetti per archi di Mozart sono in tutto ventitré: fra questi spiccano sicuramente i dieci "grandi" quartetti indicati con il simbolo X. I quintetti per archi, invece, sono nove. Le sonate di Mozart per violino e pianoforte, di fondamentale importanza, sono ventotto, alle quali si aggiungono le ventidue sonate per solo pianoforte. Da citare indubbiamente anche le sonate per clavicembalo e violino, ma anche le sonate per clavicembalo, violino e violoncello. La composizione di queste ultime prevede la sostituzione del violino con il flauto.

69

Composizioni per solo pianoforte

Il genio musicale di Mozart si evidenzia anche in alcune composizioni per solo pianoforte. Ad esempio, presumibilmente all'età di 25 anni, volle trattare il tema di una canzone francese popolare dal titolo "Ah, vous dirai-je Maman" in dodici variazioni. L'opera si compone di 13 sezioni; infatti alla melodia di base tradizionale si susseguono le 12 variazioni di Mozart. Il titolo completo di questo lavoro è: Dodici variazioni in do maggiore sulla canzone francese "Ah, vous dirai-je Maman" KV 265 (300e). Inoltre è da ricordare un eclatante esempio della creatività di Mozart: la "Fantasia in re minore K 397", opera particolarmente melodica. Ed infine merita una menzione la "Fantasia in do minore K 475", concepita per il fortepiano (o pianoforte storico). Solitamente, nei concerti mozartiani, quest'ultima composizione dell'artista introduce la "Sonata per pianoforte K 457".

79

Musica sinfonica

Per quanto riguarda la musica sinfonica, Mozart scrisse ben ventitré Concerti per pianoforte, sette Concerti per violino e orchestra e cinquantadue sinfonie. Tra cui emergono soprattutto le ultime quattro: quella in re, detta "Praga" (K. 504) e le Sinfonie K. 543 in mi bemolle, K. 550 in sol minore e K. 551 in do maggiore detta "Jupiter". Famosi e di grande suggestione i concerti di musica classica di Mozart per pianoforte, che si identificano dal n. 1 al n. 27. Quelli per violino dal n. al n. 5, mentre quelli per corno dal n. 1 al n. 4. Inoltre Mozart compose dei concerti per oboe, flauto, flauto e arpa, clarinetto, fagotto e orchestra. Da menzionare anche il Rondò in do maggiore e quello in si bemolle maggiore, oltre al Concertone per due violini e orchestra in do maggiore. Per concludere, possiamo dire che le opere di questo grande compositore sono davvero innumerevoli e tutte di grande rilevanza artistica.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia l'ascolto della musica classica di Mozart per la sua particolare armonia.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Mozart: vita e opere

Wolfgang Amadeus Mozart nacque a Salisburgo il 27 gennaio 1756. Fin dalla prima infanzia mostrò un talento innato e fuori dal comune per la musica: a cinque anni compose la sua prima opera, un andante per clavicembalo. Il padre, insegnante di musica...
Musica

Breve storia della musica classica

La musica classica è generalmente intesa come la madre di tutti i generi musicali, quella che più di ogni altra racchiude in sé l'idea dell'armonia e della perfezione che rendono alcuni degli esponenti di questo genere semplicemente inarrivabili, come...
Musica

Come ascoltare la musica classica

Ascoltare buona musica significa mettersi in contatto con una forma d’arte formidabile. Oggi la musica è sempre con noi, dovunque andiamo: radio, lettori mp3, smartphone, tablet. Qualunque brano è accessibile in un attimo collegandosi alla rete. Insomma,...
Musica

Guida alla musica classica italiana

La musica classica è lo stile che si sviluppa in un periodo ampissimo, che va dal 1200 fino ai primi anni del 1900. L'aggettivo "classica" sta ad indicare la considerazione che si ha di questo stile, che è stato preso nel corso degli anni come modello...
Musica

5 benefici della musica classica

Attraverso l'utilizzo della musicoterapia, tutte le persone possono beneficiare della musica per migliorare la qualità della propria vita. Ovviamente deve essere applicata da un musicoterapeuta qualificato, che provvederà a mettere in atto dei processi...
Musica

Come avvicinarsi all'ascolto della musica classica

Quando si parla di musica classica, non si intende solo il periodo che va' dal 1700 al 1800. Sicuramente è il periodo più celebre della storia. Ha visto nascere dei grandi compositori che con le opere, hanno illuminato quegli anni. Ma questo genere,...
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Franz Schubert: vita e opere

Franz Schubert è stato uno dei compositori fondamentali nella storia della musica classica, e a testimonianza di ciò basti sapere che la sua produzione musicale è studiata tutt'oggi al pari di altri mostri sacri come Mozart, Beethoven, Haydn e Bach....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.