Musica: gli strumenti a mantice

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
19

Introduzione

Studiare la musica rappresenta un'attività meravigliosa da compiere. Questo perché consente ad un artista di esprimere tutto se stesso con melodie e suoni che arrivano dritti al cuore della gente. Lo studio della musica permette anche di conoscerne gli strumenti musicali, le loro potenzialità e gli obiettivi per i quali sono più adeguati. Gli strumenti musicali forse meno conosciuti o famosi non con questo nome sono gli strumenti a mantice (dal latino "mantica", ovvero "sacchetto"). Se negli strumenti a fiato l'aria viene immessa dalla bocca del suonatore, negli strumenti a mantice l'aria subisce una spinta tramite un movimento meccanico. Anticamente il mantice aveva la funzione di ravvivare il fuoco, attraverso l'aria pressurizzata che fuoriusciva da una sacca in pelle. Nella società di oggi, il mantice ha perduto la sua connotazione originaria e lo si ritrova in musica nella costruzione di vari strumenti musicali. Esempi ne sono la fisarmonica, l'organo, l'armonium, la concertina e la cornamusa irlandese. Per creare tutte le melodie che volete, dovete conoscerne il funzionamento. Apprenderne le potenzialità costituirà soltanto una questione di pratica ed esercizio costante.

29

Occorrente

  • Strumento musicale a mantice
  • Esercizio pratico
  • Melodie da comporre
39

La fisarmonica: nascita e caratteristiche del mantice

Il primo brevetto della fisarmonica venne depositato a Vienna nel 1829 e da Cyrill Demian, il quale lo presentò con bottoni su entrambi i lati. Arrivato in Italia nel 1864, l'anconetano Paolo Soprani perfezionerà questo strumento musicale. Per questo motivo, il suo paese di origine Castelfidardo viene considerato la patria della fisarmonica. A costruire il modello definitivo in polifonico nel 1876 fu però un altro italiano di Pavia, ovvero Mariano Dallapé. Il mantice della fisarmonica viene realizzato in cartone pieghettato e ricoperto di tela. Nei propri angoli ci sono strisce di pelle morbida che impediscono dispersioni nel corso dei movimenti e rappresenta il fulcro di questo strumento musicale.

49

L'organetto: nascita e componenti

L'organo (o organetto) è uno fra gli strumenti musicali più antichi. Qualche archivio registra il primo modello in Grecia nel III secolo a. C. E la presenza di esemplari nell'epoca bizantina. Nell'anno 757 l'organo venne portato in Occidente dall'Imperatore d'Oriente, come regalo per il Re Pipino. Questo strumento musicale ebbe una funzione privilegiata durante il Medioevo, nelle liturgie ecclesiastiche. Attraverso diverse migliorie apportate negli anni, l'organetto giunge fino alla sua versione più moderna. Le parti che lo compongono (somiere, tastiere, registri, pedaliera, staffe e mantici) non vengono più azionate manualmente come nell'antichità, bensì tramite un motore elettrico.

Continua la lettura
59

L'armonium: nascita e funzionamento

L'armonium o harmonium (dal greco "harmonios", ovvero "armonico") comparve nel XIX° secolo in Francia. Il primo brevetto del 1842 è invece merito dell'organaro Alexandre-François Debain. L'armonium è uno strumento musicale abbastanza simile all'organo e anch'esso veniva utilizzato nel Medioevo soprattutto nella composizione di musica sacra. L'harmonium si differenzia dall'organetto per una minore estensione del suono ed una timbrica inferiore. Il mantice di questo strumento musicale viene azionato tramite i pedali. A completare la sua composizione sono una tastiera ed un mobile in legno che agisce da cassa armonica.

69

La concertina: nascita e funzionamento

La concertina è un piccolo strumento musicale della tradizione britannica che appartiene alla categoria delle fisarmoniche. Venne ideato nel 1829 da Charles Wheatstone e da allora ha sempre fatto parte degli strumenti popolari inglesi. Generalmente, una concertina ha una forma esagonale ed una serie di tasti laterali disposti in file. Questo strumento musicale può essere anche a forma ottagonale e si suona con entrambe le mani. Praticamente si deve aprire e poi richiudere il mantice, come avviene con una normale fisarmonica.

79

La cornamusa irlandese: nascita e differenza con quella scozzese

La celebre cornamusa irlandese (o uilleann pipe) apparve in Irlanda verso la fine del XVII° secolo. Generalmente, questo strumento musicale popolare si suonava negli ambienti chiusi e rimanendo seduti. La cornamusa irlandese è simile a quella scozzese, ma presenta alcune differenze. Una di queste sta nel fatto che, per suonare la cornamusa scozzese, è necessario far uscire l'aria dalla bocca. Suonando quella irlandese si azione invece un mantice, il quale si deve fissare intorno alla vita. Con riferimento al suono non esistono particolari differenze fra le due tipologie. Comunque la cornamusa irlandese produce suoni chiari, mentre quella scozzese è leggermente più nasale.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Facendo molto esercizio pratico, si potrà imparare a suonare qualsiasi strumento musicale a mantice.
  • Dopo aver studiato bene il funzionamento degli strumenti musicali a mantice, è possibile comporre tutte le melodie che si desiderano.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Come imparare i suoni degli strumenti musicali

Gli strumenti musicali fin dall'alba dei tempi hanno accompagnato il modo di vivere e concepire la vita, di riprodurne in modo esaustivo la complessità e le atmosfere che fanno da contorno alla propria esistenza. Per cercare di imparare in modo esaustivo...
Musica

Guida agli strumenti musicali più antichi

La musica non è di certo una scoperta recente ed ha accompagnato fin dalle origini l'uomo. Il senso del ritmo e della musicalità è infatti innato nell'uomo che ha fin da subito imparato a gestire i suoni trasformandoli in qualcosa di armonioso ed apprezzabile....
Musica

I principali strumenti a fiato

Definiti comunemente strumenti a fiato, gli aerofoni sono corpi cavi a forma di canna o di tubo. Questo tipo di strumenti produce il suono con la vibrazione della colonna d'aria in essa sospinta. Quanto più lunga ed ampia è questa colonna d'aria, quanto...
Musica

I principali strumenti a corda

Gli strumenti musicali si distinguono in tre grandi categorie: gli strumenti a fiato, quelli a percussione e i cordofoni. Ognuna delle categorie comprende una grande quantità di strumenti musicali, facenti parte della stessa famiglia, ma profondamente...
Musica

Consigli sulla manutenzione degli strumenti in legno

Fra le innumerevoli varianti di strumenti musicali se ne possono trovare diversi il cui corpo è costruito in legno. Tempi addietro gli strumenti di questo tipo erano diversi ed hanno dato i natali ad una categoria di strumenti, i legni, appunto. Ad oggi...
Musica

Come fare musica elettronica

Comporre musica è davvero una cosa straordinaria. Solo un musicista può capire al meglio l'importanza del ritmo e della composizione per generare musica e divertimento nelle persone. Produrre musica non è solo suonare uno strumento classico e convenzionale,...
Musica

Come equalizzare gli strumenti musicali

Alla base della buona musica suonata, ci sta un bel suono. Possiamo anche essere i nuovi Chopin, Santana o Armstrong, ma senza una giusta e mirata equalizzazione, il risultato non sarà mai ottimale. Equalizzare i propri strumenti musicali non è una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.