Opere letterarie di Grazia Deledda

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Grazia Deledda, scrittrice sarda vissuta a cavallo tra il XIX e il XX secolo, rappresenta uno dei pochissimi esempi femminili presenti nelle antologie scolastiche italiane. Nel 1926 vinse il Premio Nobel per la Letteratura, tuttora è l'unica italiana a esserci riuscita. Fu una scrittrice molto prolifica, iniziò a produrre molto presto i primi racconti pubblicati in varie riviste, fino ad arrivare alle sue più celebri opere letterarie. Qui di seguito alcuni suoi lavori particolarmente importanti.

26

La via del male

Il romanzo fu pubblicato per la prima volta nel 1896, poi subì numerose correzioni fino ad arrivare all'ultima versione ben vent'anni più tardi. È la prima opera davvero verista dell'autrice, apprezzata anche da Luigi Capuana. Protagonisti sono una famiglia sarda, un uomo povero che si innamora di una ragazza ricca, un matrimonio senza amore. Al centro del romanzo c'è la scelta che ognuno di noi deve compiere: rispettare gli altri o seguire la via del male pur di raggiungere i nostri interessi?

36

Elias Portolu

Pubblicato in volume nel 1903, dopo essere apparso a puntate sulle riviste tre anni prima, è ancora una volta un romanzo ambientato tra i pastori sardi. Elias è uno di loro. La sua è la triste storia di un uomo che si innamora di chi non dovrebbe (la moglie del fratello) e che poi, quando ha la possibilità di vivere questo sentimento alla luce del sole, non ha il coraggio per farlo, condannandosi all'infelicità.

Continua la lettura
46

Cenere

L'opera risale al 1904 e, come in "Elias Portolu", al centro della trama c'è un adulterio da cui nasce un figlio. Olì lo concepisce con un uomo sposato, poi, non potendogli dare una vita dignitosa, lo abbandona davanti alla casa del padre. Ed è ancora sofferenza. Ed è di nuovo infelicità.

56

Canne al vento

Risale al 1913 l'opera più famosa di Grazia Deledda, il cui titolo trae origine da una citazione presente in "Elias Portolu": «Uomini siamo, Elias, uomini fragili come canne, pensaci bene. Al di sopra di noi c'è una forza che non possiamo vincere». Una similitudine che inchioda l'uomo al suo destino di cui, per la Deledda, non è poi così tanto padrone. Il romanzo vive del popolo sardo, delle sue tradizioni, delle sue superstizioni. Al centro della vicenda c'è la famiglia Pintor, nobile ma non ricca, formata da un padre padrone che vorrebbe tenere sempre in casa tutte le donne, comprese le sue quattro figlie femmine. Una di loro, Lia, riesce a ribellarsi e a fuggire. La fuga la condurrà al di là del mare, dove troverà, prima della morte, un marito e un figlio, Giacinto.

66

La madre

Il romanzo è del 1920 e, ancora una volta, mette in luce tutto lo strazio provocato nell'uomo da amori sbagliati. In questo caso si tratta di un parroco di un piccolo paese sardo, innamoratosi di Agnese. Il sentimento si concretizza e la madre di lui scopre tutto. È una storia di fede e peccato, di buoni propositi e sentimenti più forti della ragione, il tutto nel contesto di un vecchio paese isolano, dove la legge morale è ancora più che ferrea.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Georges Sand: vita e opere

George Sand, conosciuta anche come Anandine, è stata una scrittrice di origine francese e si distinse nel mondo della letteratura per la mentalità aperta, decisamente rivoluzionaria per l'epoca. George Sand nacque a Parigi nel 1804. Da bambina visse...
Letteratura

Victor Hugo: vita e opere

All'interno di questa guida, andremo ad occuparci di letteratura. Nello specifico, in questo caso, presteremo attenzione a Victor Hugo. Cercheremo di ripercorrere le sue esperienze di vita con una biografia temporale, legandola alle sue opere principali....
Letteratura

La mitologia greca nella cultura occidentale

Fra i popoli antichi, il più civilizzato e il più avanzato, in senso artistico e culturale, fu sicuramente quello greco. Dopo la conquista romana, l'arte, la filosofia e la mitologia greca vennero esportate e, grazie alle conquiste dell'impero romano,...
Danza

Come avere la grazia ed il portamento di una ballerina di danza classica

Chi non sogna di avere la grazia di Alessandra Ferri o di Eleonora Abbagnato, Etoile italiane conosciute in tutto il mondo? Certo gambe lunghe e collo da cigno aiutano, ma con un po' di applicazione ciascuna di noi può migliorare il proprio portamento.La...
Letteratura

10 libri che non possono mancare nella tua libreria

Sicuramente, chi ha la passione per i libri, ha nella propria casa una libreria ricca di titoli. Ma quali sono quelli che non possono assolutamente mancare, in quanto pietre miliari della letteratura straniera e non? In questa particolare lista troverai...
Letteratura

Verga, il verismo e la Sicilia

Il Verismo è un movimento letterario sviluppatosi alla fine dell'Ottocento (precisamente nell'ultimo trentennio del XIX secolo), ed annovera Giovanni Verga come maggiore esponente. Basa i suoi fondamenti sul Naturalismo francese e sui principi dell'ideologia...
Letteratura

Henry James: vita e opere

Henry James nacque a New York il 15 Aprile 1843. Fu uno dei tredici figli di un immigrato irlandese. Ereditò una grande ricchezza da suo padre e ciò gli permise di dedicare la maggior parte del suo tempo allo studio della teologia, della filosofia...
Letteratura

La società feudale e la nascita delle letterature europee

Durante l'età del Feudalesimo, sviluppatosi in Europa dall'IX sec. Sotto l'Impero Carolingio, la società europea subì una fondamentale trasformazione dalla cultura curtense, basata su uno stile di vita di sussistenza, verso l'età moderna. Questo periodo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.