Orfismo: storia, stile e maggiori esponenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'orfismo è un movimento religioso che ha fatto la sua comparsa in Grecia nel VI secolo a. C. È nato grazie alle ricerche di Rohde, Dieterich, Gruppe, Miss Harrison e molti altri investigatori, seguendo il cammino tracciato da Lobeck, che hanno formato un quadro più o meno consistente del fenomeno in questione. Nelle sue caratteristiche principali, l'orfismo presenta l'aspetto di un risveglio religioso o di rinascita, ma era affatto privo di significato dogmatico e valore; tuttavia, una parte considerevole della dottrina orfica circa l'anima fu poi assimilata, non solo da Pindaro, ma anche dai filosofi come Pitagora, Empedocle e Platone. Di seguito verranno fornite delle utili informazioni circa la storia, lo stile e i maggiori esponenti di questo movimento.

24

Derivazione

"Orfismo" deriva probabilmente da Orfeo, un sacerdote venerante il culto di Dioniso. Il movimento si accentuò principalmente nel periodo in cui oligarchia e monarchia cominciarono ad essere abolite a favore della più recente democrazia. Questi eventi storici spinsero qualcuno a pensare che l'orfismo incarnava il desiderio di liberazione della popolazione greca dell'epoca, e rifletteva i tumulti di questa società in evoluzione. La gente diventava consapevole dei propri diritti e trovava nell'orfismo il proprio "portavoce" di libertà e uguaglianza. Tuttavia, questo movimento ottenne al tempo stesso quello dei tiranni più "illuminati" che sfruttarono questa nuova prospettiva a loro vantaggio per trarne beneficio.

34

Dionisio

Dioniso, secondo l'orfismo, è uno dei figli di Zeus, destinato a governare sull'intero universo. Per questo motivo egli viene ucciso dalle forze del male, ma successivamente resuscita. L'uomo, nel concetto di questa religione, diventa quindi una conseguenza dell'uccisione di Dioniso, e di questa divinità porta un elemento: l'anima e lo spirito. L'uomo è il risultato anche di una parte di origine titanica, ovvero il corpo. Questa visione inoltre fu molto appoggiata nel Platonismo e divulgata alle confessioni successive, cristianesimo incluso.

Continua la lettura
44

I riti orfici

Va detto inoltre che i riti orfici rappresentarono una versione più moderata di quelli dionisiaci, sostituendo la componente carnale e orgiastica con offerte a carattere vegetale e utilizzo di incensi.
L'orfismo non ha lasciato solo la sua impronta nelle religioni ma anche in artisti dei secoli successivi, come Dante Alighieri e Rimbaud, dimostrando come i propri concetti teorici e spirituali riuscirono nel corso dei secoli ad avere un appoggio sempre più ampio e considerevole.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Linearismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il Linearismo è uno stile artistico, sviluppatosi in Italia agli inizi del 1400. Trae il nome dall'importanza attribuita alla linea rispetto al colore. Nelle arti pittoriche, si sottolinea la netta dominanza della forma. Questo va a scapito della profondità,...
Arti Visive

Arte Nouveau: storia, stile e maggiori esponenti

L'Arte "Nouveau" si colloca tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 in Europa. Essa si riferisce alle arti figurative, ma anche a quelle applicate e all'architettura. In poco tempo si diffonde in vari paesi, assumendo simili caratteristiche e connotati,...
Arti Visive

Art Decò: storia, stile e maggiori esponenti

L'Art Deco' trova il suo nome solo a partire dal 1960 anche se le sue radici affondano nel più remoto 1925, quando a Parigi si tenne l' Exposition Internationale des Arts Decoratifs et Industriels Modernes, ossia un'esposizione che guardava soprattutto...
Arti Visive

Arte moderna: storia, stile e maggiori esponenti

La storia dell'arte moderna rappresenta nel complesso, un movimento artistico compreso tra la seconda metà del milleottocento e la seconda metà del millenovecento, frutto di profonde trasformazioni. I precursori di tale movimento, nonché i maggiori...
Arti Visive

Arte povera: storia, stile e maggiori esponenti

L'arte è una disciplina molto importante, perché ci permette di conoscere e comprendere alla perfezione tutte le opere realizzare dai vari artisti negli anni, collocandoli in particolari correnti artistiche che ci consentono di comprendere in maniera...
Arti Visive

Dadaismo: storia, stile e maggiori esponenti

Tra il 1916 e il 1923 a Zurigo, città della Svizzera, si sviluppa il Dadaismo, un modo di vedere e concepire l'arte, soprattutto quella visiva ma che influenzò anche altri ambiti artistici. Se siete interessati a sapere qualcosa in più sul Dadaismo,...
Arti Visive

Simbolismo: storia, stile e maggiori esponenti

Nel corso degli anni si sono susseguiti moltissimi movimenti culturali che hanno caratterizzato le opere di opere di moltissimi artisti che vi hanno preso parte. Se siamo degli amanti della storia della cultura e ci piacerebbe riuscire a conoscere tutti...
Arti Visive

Futurismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il futurismo rappresenta uno dei movimenti più importanti e influenti dell'Italia del XIX secolo. Il fenomeno del futurismo non deve essere visto solo come un movimento letterario, ma come qualcosa di più grande che andò a modificare le più comuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.