Pablo Picasso: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Pablo Picasso è stato uno dei pittori più significativi del Novecento, è la sue opere sono universalmente riconosciute. Fu un artista mutevole e attraversò molti stili, la sua vita fu lunga ed avventurosa. Il suo nome è legato in particolar modo allo stile cubista, sebbene la sua opera sia stata più vasta. Ecco una breve riassunto della sua vita e delle sue opere:.

25

La vita


Pablo Picasso nacque nel 1881 a Malaga, una città andalusa. Il padre era un artista e un insegnante d'arte, cosa che permise al piccolo Pablo di vivere da subito in un'atmosfera ricca di stimoli creativi e a contatto con il disegno e la pittura. Rivelò fin da giovane un grande talento pittorico, che coltivò frequentando i circoli bohemièn di Barcellona e Parigi, due città che all'inizio del secolo erano in piena effervescenza culturale. Visse tra la Francia e la Spagna tutta la vita: amava la cultura della propria patria ma era politicamente in disaccordo con i nazionalisti franchisti, e visse con sgomento l'epilogo della guerra civile. Alla fine del conflitto si stabilì definitivamente in Francia, dove morì infine nel 1973. Ebbe molte donne tra cui una ballerina della compagnia dei Balletti Russi, che gli diede anche un figlio, e l'artista Dora Maar.

35

Poveri in riva al mare: il Periodo Blu


L'inizio del secolo fu per Picasso il Periodo Blu: a seguito di una personale crisi esistenziale e del suicidio di un amico, si dedicò ad esplorare le potenzialità del colore blu. Ne sfruttò tutte le possibili sfumature, ricreando ambienti malinconici e freddi, ritraendo scene e soggetti tristi o sconfitti. Poveri in riva al mare ne è un perfetto esempio: ritrae tre figura emaciate (che si suppone siano padre, madre e figlio), avvolte da stracci in riva al mare. I loro volti esprimono dolore e umiliazione, l'atmosfera cupa e rarefatta fa da sfondo alle loro figure crude e quasi stilizzate.

Continua la lettura
45

Ragazzo con pipa: il Periodo Rosa


Il periodo successivo fu colorato dal Rosa: lo stile di Picasso virò verso una rappresentazione del mondi più ottimistica. Questa ricerca di normalità e positività è caratterizzata dalla scelta di nuovi soggetti: artisti di circo, persone del popolo e maternità, figure malinconiche ma allo stesso tempo vitali ed energiche. I colori sono chiari e pastellati: il rosa ma anche l'arancio e i giallo, e tutte le loro sfumature e mescolanze, Un esempio è il ritratto del Ragazzo con pipa: il garzone operaio ritratto ha l'aria stanca, ma il suo viso esprime calma e tranquillità, inoltre indossa una scherzosa corona di fiori. Lo sfondo è rosa e floreale.

55

Il cubismo: Guernica

Verso il il 1910 Picasso si avvicinò ad un nuovo stile: il Cubismo. Questa corrente era caratterizzata dalla volontà di rompere definitivamente con i metodi tradizionali della realtà, frantumando prospettiva e proporzioni, sforzandosi di ritrarre un oggetto in tutte le sue dimensioni. Le figure cubiste risultano distorte e spezzate ma, allo stesso tempo, stranamente complete. Guernica ne è un esempio perfetto: rappresenta il bombardamento nazista della città omonima. Le figure presenti sono spezzate, la scena intera è frammentata: sembra quasi che le immagini siano un grande flashback in movimento, che illustra il caos e il terrore che permeano l'atmosfera di una città sotto le bombe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Le principali caratteristiche delle opere di Picasso

Pablo Picasso, pittore, scultore, litografo e, come lui stesso amava definirsi, "anche un poeta", è spesso preceduto dalla sua stessa fama. Il suo straordinario ed indiscutibile genio pittorico è iconizzato nel brand del tuo nome. Proprio come una pop...
Arti Visive

Jacques Louis David: vita e opere

Jacques Louis David introdusse il neoclassicismo in Francia, maturato dai viaggi che egli fece per visitare Roma e quindi dagli studi che approfondì sulle opere italiane. Dopo il 1789 passò ad uno stile Realistico per rappresentare in maniera migliore...
Arti Visive

Georges Seurat: vita e opere

Georges Pierre Seurat è nato a Parigi il 2 dicembre 1859. Lì vi rimase gran parte della sua vita e sempre a Parigi frequentò la scuola di disegno dove conobbe Edmond Aman-Jean, pittore e critico d'arte. Con Edmond spesso usava andare al museo del Louvre,...
Arti Visive

Canaletto: vita e opere

Molti pittori hanno il diritto di essere ricordati per ciò che hanno fatto durante la loro vita e, soprattutto, per le loro opere. Esse, infatti, rappresentano tutto ciò che di buono hanno compiuto e che, tuttora, abbiamo la fortuna di poter ammirare...
Arti Visive

Giovanni Bellini: vita e opere

Il patrimonio culturale italiano è davvero molto vasto, soprattutto nel periodo del Rinascimento. Esso racchiude un vero e proprio tesoro. In particolare vedremo, all'interno di questa guida, a parlare di uno dei maggiori esponenti dell'arte pittorica...
Arti Visive

Piero della Francesca: vita e opere

È stata proprio la maniera dell'artista a influenzare particolarmente la successiva pittura italiana, grazie alle innovazioni prospettiche e ai giochi di colore decisamente all'avanguardia. Nella guida che segue, potrete leggere dunque la vita e le opere...
Arti Visive

Correggio: vita e opere

Correggio è il nome d'arte di un pittore italiano: Antonio Allegri, nato e morto proprio nella città di Correggio, in provincia di Reggio Emilia. È considerato uno dei maggiori esponenti della pittura del Cinquecento. Il suo stile è nato da uno studio...
Arti Visive

Caravaggio: opere e vita

La guida che andremo a impostare si occuperà di arte. Per essere più precisi, come avrete compreso attraverso la lettura del titolo della nostra guida, ora andremo a dedicarci a un personaggio che ha fatto la storia dell'arte: Caravaggio. Andremo a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.