Paul Cézanne: le opere maggiori

Tramite: O2O 15/06/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Paul Cézanne è stato un pittore francese in bilico fra l'impressionismo e le correnti successive. Nella sua opera spicca un amore per lo spazio aperto e la luce, in una costante ricerca della tranquillità e della pace che la Parigi del tardo ottocento non riusciva a dargli come invece faceva la regione in cui era cresciuto. L'opera di Cézanne può essere compresa ed esplorata solo osservando i suoi quadri più famosi. In questa breve guida introdurremo quindi le sue opere maggiori.

26

Le grandi bagnanti

Parte del "ciclo delle bagnanti" molto caro come tema al pittore, è la tela più grande mai dipinta dall'artista con una superficie di 208x251cm. Il tema della luce in quest'opera è reso con l'impiego di incrostazioni di colore sovrapposte e linee nere che fanno risaltare quasi con un piglio scultoreo i corpi. Tutta la composizione è permeata da un senso magico con una gamma cromatica ridotta all'ocra, il lilla e i verdi e le quinte rappresentate dagli alberi aprono al vuoto centrale. Come gli altri quadri di questo ciclo "Le grandi bagnati" influenzerà molto i pittori successivi.

36

La casa dell'impiccato

Nonostante il titolo macabro in realtà quest'opera rappresenta solo uno scorcio dell'abitato di Auvers-Sur-Oise. La tela ha una composizione molto semplice, ma la parte importate è il fatto che in pittore l'abbia composta all'aria aperta, con la spazialità e la luce espresse con ampie pennellate. L'opera avvia l'allontanamento progressivo del pittore dalla semplice impressione per avventurasi lungo la via della ricerca della consistenza concreta della realtà.

Continua la lettura
46

Ragazzo dal panciotto rosso

La figura è resa con colpi vigorosi di pennello che seguono l'andamento del volume piuttosto che i suoi contorni. Il soggetto viene costruito con linee diagonali che originano l'immagine e la sua tridimensionalità, e l'uso del bianco per la manica della camicia fa risaltare il particolare grazie all'accostamento con l'area rossa del panciotto. L'opera fa parte di un ciclo di studi sulla figura.

56

Mont Sainte-Victoire visto da Bellevue

Il paesaggio viene reso con colpi nervosi di pennello e le sagome leggibili sono a malapena accennate senza eprdere però di consistenza. Il paesaggio del Mont Sainte-Victoire è stato rielaborato costantemente come studio dal pittore in moti acquarelli che culminano in questo quadro nebuloso ed evocativo che richiama più il ricordo che l'impressione momentanea.

66

Il cesto di mele

La caratteristica più importante di quest'opera è lo stacco prospettico fra i due versanti della tela che sembrano presi da due punti di osservazione differenti, precursore del cubismo. Osservazioni successive e differenti che si sovrappongono a formare un'immagine irreale ma organica al tempo stesso. Le forme ed i colori sono vigorosi e mobili e spingono l'osservatore a ricostruire l'immagine direttamente nell'occhio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Le opere d'arte più care di sempre

Parlare di storia dell'arte significa avere a che fare con uno dei campi umanistici più belli. Le architetture, le sculture, i quadri, sono un vero e proprio manifesto di bellezza. Un tempo chi poteva permettersi di acquistarli, soprattutto nei ceti...
Arti Visive

Espressionismo: storia, stile e maggiori esponenti

La storia dell'Espressionismo comincia contemporaneamente in Germania e in Francia, agli inizi del '900. Questo movimento basa le sue opere su contenuti sociali e sulle sensazioni legate ad eventi drammatici Gli artisti espressionisti tendono ad esasperare...
Arti Visive

Cubismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il Cubismo nasce in Europa in seno alle avanguardie artistiche: non è un movimento organico, con un vero e proprio manifesto, ma piuttosto una visione comune che unisce artisti spagnoli (in primo luogo Picasso) a altri di origine francese. Pone alle...
Arti Visive

Linearismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il Linearismo è uno stile artistico, sviluppatosi in Italia agli inizi del 1400. Trae il nome dall'importanza attribuita alla linea rispetto al colore. Nelle arti pittoriche, si sottolinea la netta dominanza della forma. Questo va a scapito della profondità,...
Arti Visive

I maggiori esponenti del barocco

Il termine "barocco", deriva dal francese baroque e fu inventato nel corso del Settecento per contrapporre l'enfasi e l'esagerazione del Seicento alla razionalità illuminista. Proprio per questo, il suo stile mirava a stupire e affascinare, con l'abbondanza...
Arti Visive

Arte povera: storia, stile e maggiori esponenti

L'arte è una disciplina molto importante, perché ci permette di conoscere e comprendere alla perfezione tutte le opere realizzare dai vari artisti negli anni, collocandoli in particolari correnti artistiche che ci consentono di comprendere in maniera...
Arti Visive

I maggiori esponenti dell'architettura del 600

Il '600 è il secolo generalmente ricordato per l'assolutismo monarchico, le lotte di religione e la nascita del barocco. Si può dire che sia un periodo di forte instabilità ed incertezza, particolarmente in Italia e in Europa, e gli artisti non possono...
Arti Visive

I maggiori esponenti del cubismo

All'inizio del '900 diversi pittori francesi cominciarono a riprendere i loro soggetti da varie angolazioni simultaneamente, riportando sopra la tela anche i dettagli degli oggetti di cui loro erano già a conoscenza. Il risultato fu veramente sorprendente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.