Pedagogia: il metodo Orff

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il metodo Orff, conosciuto anche con il nome di Orff-Schulwerk, è uno speciale sistema pratico di insegnamento della musica. "Orff" fu estratto proprio dal suo cognome, ovvero Carl Orff. Egli fu un rinomato compositore tedesco del Novecento che fondò un'importante scuola per l'insegnamento delle arti musicali. Questo metodo è rivolto principalmente ad un pubblico molto giovane in fase di formazione scolastica. L'obiettivo del metodo Orff non è solo quello di far apprendere ed avviare i bambini alla musica, ma anche, e soprattutto, quello di integrare la musica ed il corpo, così da produrre un vero e proprio collegamento musicale. Questa guida spiegherà alcuni appunti sulla pedagogia e, in particolare, sul metodo Orff.

25

Intendere il metodo Orff come un criterio sperimentale

Innanzitutto, il metodo Orff non viene rappresentato esattamente come un vero e proprio metodo di insegnamento, poiché si tratta di un criterio totalmente sperimentale che costituisce, piuttosto, una metodologia didattica, o meglio, una scuola di pensiero della pedagogia. Infatti, mentre un sistema è rappresentato da una linea ordinata e disciplinata rivolta all'esercizio per ottenere obiettivi ben definiti, il metodo Orff inteso come scuola di pensiero, si mostra molto più aperto e libero ed offre uno spazio molto ampio, così anche agli obiettivi dell'insegnante che possono modificarsi e trasformarsi in nuovi obiettivi in corso d'opera.

35

Rendere pratica l'esperienza dell'allievo

Nonostante la particolare varietà del metodo Orff a nuovi percorsi e nuovi obiettivi, questa speciale scuola di pensiero della pedagogia mette in primo piano un obiettivo principale che fa da guida all'insegnamento, ossia fare in modo che alla base del percorso di formazione vi sia proprio l'allievo, il bambino, e non l'insegnante. Ciò significa che le informazioni non vanno imposte dall'alto all'interno di una relazione squilibrata e teorica. In parole semplici, l'esperienza dell'allievo deve essere pratica, concreta e sempre guidata dal suo metodo di espressione ed interpretazione della realtà dalla quale sta assimilando.

Continua la lettura
45

Avvicinarsi al mondo dell'arte musicale

Pertanto, la conoscenza non è solo un sapere, ma anche e soprattutto un saper fare ed un saper vivere attraverso la propria personale esperienza. Oltre a ciò, grazie al metodo Orff, il giovane allievo si avvicina al mondo dell'arte musicale con le proprie mani ed il proprio corpo, ed accanto alla conoscenza ed alla formazione teorica ed astratta si accompagna, parallelamente e con vigore, l'esperienza pratica della musica attraverso il corpo, le arti motorie, la sincronizzazione fisica, l'esercizio e la genialità immaginaria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Pedagogia: il metodo Gordon

In pedagogia: il metodo Gordon altro non è che una serie di tecniche per facilitare la comunicazione e renderla efficacie dal punto di vista psicologico. In particolar modo riguarda il rapporto tra alunno/insegnante. Le tecniche adottate in questione...
Letteratura

Cartesio: il discorso sul metodo

Il "Discorso sul metodo" rappresenta un'opera composta e pubblicata dal filosofo-matematico René Descartes, italianizzato come Cartesio, nel 1637. Ancora oggi viene considerata come il primo trattato filosofico moderno. Esso si presenta, come suggerito...
Letteratura

I 5 migliori libri per pedagogisti

Il problema dell'educazione dei più piccoli e il problema dell'educazione dell'essere umano nel suo processo paideutico nei confronti delle istituzioni, della storia e della politica. La pedagogia è una materia affascinante in continua evoluzione, nei...
Letteratura

I maggiori esponenti del cognitivismo

Riuscire a comprendere la complessità degli schemi mentali, delle sue funzioni e di come si svolgano le rielaborazioni delle informazioni che il cervello riceve, è di estremo interesse; si sviluppano così diversi approcci di ricerca in questo ambito,...
Letteratura

Daniel Pennac: biografia e opere

Daniel Pennac (vero nome Daniel Pennacchioni, nato nel 1944 a Casablanca, Marocco) è uno scrittore francese. Ha ricevuto il Prix Renaudot nel 2007 per il suo saggio Chagrin d'école. Daniel Pennacchioni è il quarto e ultimo figlio di una famiglia corsa...
Letteratura

I migliori libri di Tolstoj

Lev Nikolaevič Tolstoj nasce all’interno della tenuta di Jasnaja Poljana, in Russia, il 9 settembre 1828, dal conte Nikolaj e dalla principessa Marija, appartenenti a una delle famiglie russe più prestigiose del tempo. La sua formazione è prevalentemente...
Letteratura

Pierre Duhem: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Pierre Duhem è stato un famoso filosofo francese, oltre che fisico, matematico e più in generale teorico della scienza; è conosciuto soprattutto per i contributi offerti alla definizione e all'indagine della storia del progresso scientifico durante...
Letteratura

Come schedare un libro

Innanzitutto, cosa si intende per schedatura di un libro? Finalizzato alla tesi di laurea, ad una tesina per le scuole medie o superiori o, semplicemente, alla necessità personale di catalogare un libro di narrativa (o saggistica), schedare un libro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.