Piero della Francesca: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

È stata proprio la maniera dell'artista a influenzare particolarmente la successiva pittura italiana, grazie alle innovazioni prospettiche e ai giochi di colore decisamente all'avanguardia. Nella guida che segue, potrete leggere dunque la vita e le opere di una personalità straordinaria come quella di Piero della Francesca.

25

La vita

Piero di Benedetto dei Franceschi, conosciuto soprattutto come Piero della Francesca, nacque in un paesino vicino ad Arezzo (per la precisione a Borgo San Sepolcro) tra il 1416 ed il 1417 ma ad oggi, ancora non vi è sicurezza alcuna sull'anno preciso. Trascorse un breve periodo a Firenze che nel 1440 lasciò, portando con sé il grande patrimonio culturale fiorentino che Piero della Francesca elaborò personalmente, arrivando alla dimostrazione pittorica della verità nella sua duplice applicazione visiva: la prospettiva e la proporzione. Da qui, la vita e le opere di Piero della Francesca ebbero una scalata meravigliosa.

35

La prima opera

La prima delle molte opere attribuita a Piero della Francesca è la "Madonna col bambino", realizzata intorno al 1435-1440, quando collaborava ancora con Domenico Veneziano. Altro capolavoro di difficile datazione è il "Battesimo di Cristo", che alcuni collocano intorno al 1439 e altri dopo il 1460. Di data incerta è anche la Flagellazione di Cristo (tra il 1444 ed il 1470) che, probabilmente, rappresenta in modo più chiaro il cuore dell'arte di Piero della Francesca. La flagellazione si svolge entro un'architettura classica, secondo linee rette e non curve. L'impianto prospettico è realizzato secondo linee convergenti nel punto di fuga. Le figure dipinte presentano una ferrea immobilità, riconducendo ogni oggetto a una forma geometrica ideale, incatenando tutti gli elementi in una coerente rete prospettica. La luce chiara e diffusa individua ogni oggetto, evidenziandone la forma.

Continua la lettura
45

Le opere

La vita e le opere di Piero della Francesca continuano tra il 1444 ed il 1464 quando fu realizzato il "Polittico della Misericordia" per l'altare della chiesa di San Sepolcro. Nel 1452 venne chiamato ad Arezzo per affrescare la cappella maggiore della Chiesa di San Francesco. Qui Piero della Francesca rivestì le pareti con le famose "Storie della Vera Croce". Non seguì l'ordine cronologico della narrazione bensì impaginò gli affreschi secondo la logica compositiva, dando un coordinamento razionale forte. Tra le scene affrescate abbiamo Esaltazione della Croce, Morte di Adamo, Tortura dell'ebreo, Adorazione della Croce e incontro tra Salomone e la Regina di Saba, Annunciazione, Sogno di Costantino. Tra il 1458 ed il 1459 Piero lavorò a Roma, richiamato da papa Pio II e proprio qui il pittore entrò in contatto con artisti spagnoli e fiamminghi. Nel 1469 terminò poi la realizzazione del Polittico di Sant'Agostino a San Sepolcro. Nel frattempo Piero della Francesca aveva stretto rapporti con il signore di Urbino, il duca Federico di Montefeltro. Infatti dipinse i ritratti del duca e di sua moglie in un dittico. Nel doppio ritratto dei duchi di Montefeltro (datato tra il 1465 e il 1472), i due sono raffigurati di profilo, secondo tradizione medievale e di inizio Rinascimento.

55

Dove fu sepolto

Sempre a Urbino, Piero della Francesca dipinse la "Madonna di Senigallia", in cui si evince l'influenza di elementi di origine fiamminga e la famosa "Pala di Brera", realizzata intorno al 1472. Agli ultimi anni della vita di Piero della Francesca appartengono la Natività e la Madonna col bambino e quattro angeli. Secondo quanto riporta il Vasari, Piero della Francesca fu colpito da una malattia agli occhi che ne rallentò l'attività. Morì il 12 ottobre del 1492 e fu sepolto nel Duomo di San Sepolcro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

I 10 quadri più famosi della National Gallery di Londra

La National Gallery è un museo situato a Londra dal 1824. Oggigiorno esso è meta di numerosi turisti che si recano appositamente per visitare le famosissime opere che vi risiedono all'interno. In questa guida pertanto verranno presentati i dieci quadri...
Arti Visive

Breve guida alla pittura rinascimentale

Con la chiusura dell'oscuro periodo del Medioevo, si entra nell'età culturale del Rinascimento. Negli anni che vanno dal 400 al 1500 l'Europa vede una grande rinascita in ogni campo culturale, dalla letteratura alla musica all'arte in particolare. In...
Arti Visive

Vita e opere principali di Raffaello

Solitamente, quando si pensa a Raffaello Sanzio (uno dei pittori maggiormente promettenti del Cinquecento italiano), vengono in mente anche Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti, perché egli è un loro contemporaneo. La propria reputazione ed importanza...
Mostre e Musei

I quattro musei più belli al mondo

Approfittando delle vacanze, finita la scuola, è piacevole trascorrere una mezza giornata ammirando l'arte in senso lato. Quasi tutte le città, grandi o piccole che siano, conosciute o meno note hanno una pinacoteca o una mostra che il più delle volte...
Mostre e Musei

I musei più importanti di Firenze

Per raccontare i musei più importanti di Firenze servirebbero dei tomi. Intere enciclopedie di migliaia di pagine. La culla del Rinascimento e indiscutibilmente una delle città più importanti al mondo per chi ama l'arte, Firenze offre gallerie e musei...
Mostre e Musei

Come visitare la National Gallery di Londra

La National Gallery è una delle gallerie più importanti conosciute nel mondo: contiene numerose opere famose, risalenti ai secoli passati, dal XII secolo ad oggi e di diverse nazionalità. Venne fondata nel 1824 e si trova a Trafalgar Square e i mezzi...
Letteratura

Silvio Pellico: vita e opere

La letteratura ha dato origine durante i secoli a moltissimi autori che grazie alle loro opera sono riusciti a trasmettere all'umanità il proprio pensiero attraverso le parole. La letteratura italiana poi stata davvero molto importante per definire...
Arti Visive

La pittura fiamminga e l'arte italiana

La pittura fiamminga si diffuse nell'arte italiana, durante il meraviglioso periodo del Rinascimento. Durante questa cultura rinascimentale, negli Stati europei Belgio ed Olanda (Paesi Bassi), la borghesia bancaria e quella mercantile decisero di compiere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.