Primi passi con l'arpa: gli errori più comuni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arpa uno strumento dal fascino intramontabile, da sempre associato a visioni angeliche e fantastiche.
È uno strumento costituito da corde tese tra una tavola armonica ed un collo. Il principale fascino dell'arpa risiede nel fatto che pizzicandone le corde si emana un suono che si diffonde e permane a lungo... Creando così un ambiente armonioso e piacevole.
Chi si approccia a questo strumento, però, è bene che sappia quali sono gli errori più comuni da evitare per utilizzarlo al meglio. Ecco di seguito una lista degli errori più comuni commessi da chi muove i primi passi con l'arpa.

26

Fare un acquisto poco accurato

L'errore più comune è senz'altro quello di acquistare un'arpa a caso, non curandosi dell'esistenza dei diversi modelli di questo meraviglioso strumento e non conoscendone la storia. Ogni modello di arpa produce un risultato differente e, di conseguenza, pur non dovendo necessariamente conoscere nei dettagli tutti i modelli esistenti, è giusto che quanto meno si sappiano le nozioni essenziali per poter decidere quale arpa acquistare. Anzitutto bisogna scegliere tra l'arpa di fabbrica (più economica) o di liuteria (più costose ma con un maggior suono). È necessario anche capire di quale dimensione acquistare l'arpa (dalla più piccola a 22 corde sino a quella a 38 corde). È chiaro che maggiore estensione ci permetterà di suonare con completezza. Dovremo infine decidere se acquistare le corde in nylon (che producono un suono corto e dolce) o metalliche (con un suono lungo e potente).

36

Assumere una posizione scorretta

Una volta acquistata l'arpa, l'errore più comune è senza dubbio quello di non posizionarsi correttamente e di assumere una posizione scomoda: è necessario, invece, sedersi comodamente accanto l'arpa, che non deve per forza stare di fronte al musicista, ma può anche essere semi perpendicolare a chi la suona. Le corde più corte devono stare vicino al musicista, quelle lunghe più lontano; le braccia devono essere parallele al pavimento ed i piedi ben poggiati.

Continua la lettura
46

Irrigidire le dita delle mani

Un errore assai diffuso è quello di irrigidire le dita delle mani. State attenti! Così facendo andrete incontro a due problematiche molto serie:-irrigidendo i muscoli avvertirete dolore e difficoltà a muovere le mani;-per creare un suono armonico è indispensabile che voi lasciate fluttuare le dita delle mani sulle corde, in modo da riprodurre il risultato migliore.

56

Non conoscere i diversi tipi di leva

È indispensabile scegliere accuratamente le leve da montare sulla vostra arpa, poiché queste permettono di cambiare la tonalità. La principale differenza tra una leva ed un altra risiede nella ditta che le produce. Le migliori sono le Camac e le Salvi. La differenza principale tra di esse consiste nel fatto che la cordiera della Salvi è più dura sotto le dita e quindi più adatta agli arpisti classici anzichè a quelli irlandesi.

66

Studiare da soli

Pur incoraggiando l'autodidattismo in ogni campo, vi assicuro che nel caso specifico di imparare a suonare l'arpa, l'autodidattismo non è consigliabile. L'arpa è uno strumento complesso, di conseguenza chiunque voglia imparare a suonarla è preferibile che si faccia affiancare da un' esperto, almeno per i primi periodi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come scegliere un'arpa

L'arpa è un antico strumento dal fascino sempre vivo. La sua diffusione in Europa ha origini medievali, a partenza da Irlanda e Inghilterra, paesi che ancora oggi vantano una tradizione arpistica di alto livello. Nel nostro Paese non conosce una diffusione...
Musica

Come fare un'arpa a quindici corde

L’arpa a quindici corde è uno strumento a pizzico, dal suono particolarmente dolce ed armonioso. L'origine dell'arpa risale a tempi remoti. I primi documenti riguardanti il suo utilizzo provengono addirittura dall’epoca degli Egiziani.Realizzare...
Musica

Come suonare l'arpa

L'arpa è uno degli strumenti più antichi e più affascinanti. La sua nascita si fa risalire all'antico Egitto, è qui infatti che si hanno le prime testimonianze del suo utilizzo. Nonostante l'età, l'arpa è considerato uno strumento intramontabile...
Musica

Come accordare l'arpa

L'arpa è uno strumento antichissimo, risalente all'epoca degli antichi greci, che trasmetteva con la vibrazione delle sue corde un suono soave e piacevole. Ancora oggi viene suonato e non ha perso il fascino. L'arpa è uno strumento che ha bisogno giornalmente...
Musica

Come accordare l'arpa celtica

L'articolo che state per leggere si concentrerà sulla musica. Infatti, cercheremo di spiegarvi tutti i passi necessari per comprendere Come accordare l'arpa celtica. Il metodo non è difficile ed non ha bisogno dell'aiuto di personale esperto. Potrete...
Musica

I principali strumenti a corda

Gli strumenti musicali si distinguono in tre grandi categorie: gli strumenti a fiato, quelli a percussione e i cordofoni. Ognuna delle categorie comprende una grande quantità di strumenti musicali, facenti parte della stessa famiglia, ma profondamente...
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Guida agli strumenti musicali più antichi

La musica non è di certo una scoperta recente ed ha accompagnato fin dalle origini l'uomo. Il senso del ritmo e della musicalità è infatti innato nell'uomo che ha fin da subito imparato a gestire i suoni trasformandoli in qualcosa di armonioso ed apprezzabile....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.