Recitazione: 5 consigli per un pianto credibile

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si tratta di recitazione, si sa bisogna essere in grado di simulare emozioni forti, come il pianto o la risata, ma non sempre questo è facile. Riuscire a piangere o a ridere a comando, è una tecnica che si impara anche con il tempo, richiede concentrazione e costanza, e bisogna cimentarsi per riuscire a farlo nel minor tempo possibile. Per far questo ci sono dei metodi che si possono utilizzare, e non tutti comprendono la concentrazione o il pensare a qualcosa di triste, vediamo quindi in questa lista, 5 consigli per ottenere un pianto credibile. Dal collirio al mangiare il peperoncino per far scendere le lacrime. Inoltre il miglior consiglio che posso dare, è quello di allenarsi spesso davanti a uno specchio magari, in modo da non ricorrere a altri rimedi "artificiali".

26

Pensate a qualcosa di triste

Sicuramente non è troppo piacevole, però senza ombra di dubbio può risultare efficace. Chiudere gli occhi e pensare a qualcosa di veramente triste, o che ci ha toccato profondamente nel corso della nostra vita, e che ci ha reso ai tempi triste, può essere un buon modo per far sgorgare le lacrime, e iniziare a piangere, e sicuramente, sarà un pianto più che credibile.

36

Lasciate gli occhi aperti per po'

I nostri occhi, sbattono tantissime volte le palpebre, per evitare che l'interno dell'occhio si asciughi e si secchi. Se invece ci sproniamo a mantenere gli occhi aperti per un bel po' di tempo, l'occhio inizierà a "soffrire", e quindi inizierà a lacrimare per reidratare velocemente la superficie oculare sino a farci scendere le lacrime.

Continua la lettura
46

Utilizzate un unguento al mentolo

Vengono venduti in farmacia e principalmente vengono utilizzati in caso di raffreddore, per decongestionare le vie respiratorie. In questo caso li utilizzerete per lacrimare, in quanto le soluzioni mentolate sono molto forti. Prendete quindi l'unguento e versatene un poco su un fazzoletto e poi sfregatelo delicatamente sotto gli occhi, più o meno nella zona degli zigomi, per non metterlo troppo a contatto con gli occhi.

56

Utilizzate il collirio

Il collirio, di solito è utilizzato per lenire le infiammazioni oculari, e gli arrossamenti, ma in questo caso può rivelarsi molto utile, visto che il collirio, se non è a scopo medico, ma solo per "idratare" l'occhio, può essere versato nei nostri occhi per far scendere delle lacrime, e dare l'impressione di piangere a chi ci osserva.

66

Mangiate un peperoncino

Chi ama il piccante lo sa e è abituato ormai, ma spesso un sapore così intenso e forte come può essere il peperoncino, per riflesso ci fa scendere le lacrime. Anche questa soluzione, può rivelarsi molto utile per simulare un pianto. Non esagerate con la quantità, i peperoncini più freschi sono anche i più piccanti, consiglio lo japalegno che è parecchio piccante, e ha anche un buon sapore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

Come simulare il pianto

Se nella vita vorrete intraprendere la carriera di attore, uno degli step tecnici che dovrete superare sarà quello di simulare il pianto. Piangere a comando non è un'impresa impossibile, ci vuole molta concentrazione e, soprattutto, bisogna immedesimarsi...
Recitazione

Esercizi di recitazione cinematografica

La recitazione nel cinema e quindi cinematografica, è un'arte che deve essere il più possibile spontanea e naturale; il pubblico infatti, deve essere pienamente catturato dalla scena che sta guardando e "dimenticarsi" che i protagonisti, gli attori,...
Arti Visive

Come disegnare un viso triste

Il volto è tra le parti del nostro corpo che non riusciamo ad osservare senza l'utilizzo di uno specchio eppure, rispetto alle altre, è quella che più ci affascina quando incontriamo qualcuno ed è la prima cosa che andiamo a disegnare pensando ad...
Recitazione

Recitazione a soggetto: le tecniche fondamentali

La recitazione a soggetto è quella tecnica che permette agli attori di stare sul palcoscenico senza un vero e proprio copione da ripetere ma inventano sul momento dialoghi e colpi di scena. Si tratta di un metodo le cui tracce risalgono ad Aristofane...
Recitazione

5 passi fondamentali nella recitazione

Quella della recitazione è un'arte antica, solo all'apparenza semplice ma in realtà complessa e ricca di sfaccettature. Richiede molto impegno e dedizione, pertanto questa guida non potrà che fornire un piccolo aiuto all'aspirante attore dato che la...
Recitazione

Come capire se un attore è adatto per interpretare un personaggio

Scegliere attori giusti, per sostenere una parte, è un’operazione essenziale nella produzione di un film o di uno spettacolo teatrale. Senza dubbio l’affinità tra gli artisti interpreti e i protagonisti reali o romanzati della storia decreta in...
Recitazione

Recitare con il metodo Stanislavskij

Il metodo Stanislavskij è una tipologia di stile psicotecnico della recitazione che prende il nome dal suo ideatore, noto teorico teatrale russo. Egli dapprima lo concepì, poi lo mise in pratica, insegnandolo agli allievi della sua accademia. Ad oggi,...
Arti Visive

Come disegnare una lacrima

Siete amanti delle arti visive, del disegno o della pittura? State frequentando un corso per specializzarvi in una di queste arti? O magari siete dei semplici appassionati che vogliono migliorarsi di giorno in giorno. In qualsiasi caso, potreste presto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.