Renoir: le migliori opere

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La storia dell'arte è piena di artisti e pittori che hanno contribuito ad arricchire con la loro opera la cultura mondiale. Gli impressionisti con i loro quadri pieni di colori e dalle tonalità sobrie sono riusciti donare all'umanità una visione del tutto nuova della vita. Tra i suoi maggiori esponenti non possiamo dimenticarci di Renoir, probabilmente il maggiore esponente dell'impressionismo. Fu un pittore francese che nacque a Limoges il 25 febbraio del 1841 e morì a Cagnes sur Mer, in seguito ad una polmonite, il 3 dicembre 1919. In questa guida analizzeremo alcune tra le migliori opere pittoriche di questo grande artista.

26

La Grenouillere

Olio su tela del 1869. National Museum di Stoccolma. In questo quadro è raffigurata la Grenouillere, il luogo di ritrovo preferito dalla borghesia parigina. In questo dipinto si possono riscontrare i tratti caratteristici di questo artista, i colori vivaci e le pennellate veloci che distinguono le figure ma allo stesso tempo le fondono in un insieme unico. Renoir come gli altri impressionisti non usa le ombre nere, perché non lo considera un colore.

36

In barca sulla Senna

Olio su tela del 1875. National Gallery di Londra. Il quadro rappresenta la Yole, una tipica barca di color arancio che spicca tra le increspature blu del fiume. Renoir era solito dipingere all'aperto, questa tecnica fu resa possibile in questo periodo dall'invenzione dei tubetti di colore ad olio.

Continua la lettura
46

Il B al au Molin de la Galette

Olio su tela del 1876. Museo d'Orsay Parigi. Questo è uno dei grandi capolavori dell'Impressionismo. Coglie un momento della vita parigina in pieno stile Belle Epoque. In questo dipinto il disegno è quasi completamente assente ed è solo per mezzo dei colori che si distinguono figure, ombre e riflessi. La profondità è creata dai gruppi di persone posti a distanza diverse. In questa opera tutto è in movimento.

56

La colazione dei canottieri

Olio su tela realizzato tra il 1880 e il 1882. Phillips Colletion di Washington. L'opera rappresenta un momento di convivialità tra un gruppo di amici del pittore. È ambientato presso il ristorante La Fournarise sulla Senna. Gli avanzi di cibo posti sul tavolo diventano una complessa natura morta, mentre i colori creano il movimento dei commensali.

66

Le bagnanti

Olio su tela realizzato tra il 1918 e il 1919. Museo d'Orsay Parigi. Questa è l'ultima opera che Renoir dipinse prima di morire. Nonostante fosse affetto da artrite reumatoide negli ultimi anni di vita si faceva legare un pennello alla mano più sana per non smettere di lavorare. Negli ultimi lavori il tema della bagnante ricorre spesso ritraendo le donne nude e disinibite. I tratti si sono fatti più marcati e il disegno più chiaro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Edgar Degas: le migliori opere

Edgar Degas nacque a Parigi nel 1834 e morì nel 1917. Egli fu uno dei più importanti esponenti e fecondi dell'Impressionismo. Ma si distinse dagli altri componenti del movimento sia dal punto di vista artistico che sociale. Si mostrò infatti poco...
Arti Visive

Botero: le migliori opere

Botero è un pittore colombiano considerato da tante persone uno dei migliori artisti sudamericani viventi. I più grandi esperti mondiali ritengono le sue opere come dei veri simboli dell'arte moderna. Il loro originale ed inconfondibile stile (denominato...
Arti Visive

Magritte: le migliori opere

René Magritte è stato uno dei maggiori esponenti europei della corrente surrealistica. Tra i tanti nomi con cui era conosciuto possiamo ricordare “le saboteur tranquille”, a causa del suo modo delicato di insinuare un dubbio nello spettatore. Bisogna...
Arti Visive

Kandinsky: le migliori opere

Uno dei più importanti pittori e teorici dell'arte è stato senza dubbio il russo Wassily Kandinsky a cui, tra l'altro, è attribuita la realizzazione della prima opera d'arte definita come "astratta".Le sue esperienze artistiche hanno fatto si che,...
Arti Visive

Klimt: le migliori opere

Gustave Klimt fu il secondo figlio di ben otto fratelli. Figlio di un orafo, Gustave Klimt sviluppò sin da subito una passione per l'arte, così come pure gli altri fratelli (due dei quali, Ernst e Georg, divennero anch'essi pittori). Nato a Vienna nel...
Arti Visive

De Chirico: le migliori opere

Il padre della metafisica è Giorgio De Chirico, artista che ha vissuto tra il 1888 e il 1978. Il termine metafisica, di origine greca è inerente alla filosofia, letteralmente significa "al di là della realtà materiale". Il concetto di metafisica espresso...
Arti Visive

Tintoretto: le migliori opere

Talentuoso allievo di Tiziano, Jacopo Robusti o Tintoretto era così scorbutico che fu cacciato dalla bottega del maestro dopo pochi giorni, sempre che non si debba dar credito alla versione secondo cui la rottura fu determinata dalla rivalità. Vero...
Arti Visive

Guida alle opere di Vincent Van Gogh

Alcuni dei dipinti di Vincent Van Gogh sono talmente famosi da essere conosciuti da tutti. Il suo tratto è comunque inconfondibile, tanto che, difficilmente ci si può trovare davanti ad un suo lavoro e non riconoscerne lo stile particolare. Con questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.