Sandro Botticelli: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La guida in questione si occuperà d'arte, andando a concentrarsi sull'artista Sandro Botticelli, di cui tratteremo una breve biografia per porre dei punti fermi sulla sua vita, e poi le sue opere principali. Sandro Botticelli aveva come nome reale Alessandro di Mariano di Vanni Filipepi. Egli nacque il 1° marzo del 1445 a Firenze e morì, sempre a Firenze, il 17 maggio del 1510. Iniziò la sua professione lavorando nella bottega del fratello Antonio come apprendista orafo; poi capì la vocazione della sua vita e passo nello studio di Fra Filippo Lippi, che influenzerà notevolmente le sue primissime opere. A venti anni circa, aprì un proprio studio e la sua attenzione fu rivolta alle opere del Verrocchio e del Pollaiolo. Il suo primo lavoro fu su commissione della famiglia dei Medici.

26

L'adorazione dei Magi e il lavoro nella Cappella Sistina

Botticelli, nell'adorazione dei Magi, raffigurò molti membri della famiglia ducale rappresentati nelle vesti di differenti personaggio, a cui aggiunse un autoritratto. Questo capolavoro è esposto ancora oggi a Firenze, agli Uffizi. È proprio di questi primi anni l’allegoria della Primavera, realizzata per Lorenzo il Magnifico, figlio di Pietro de’ Medici, basata su un tema del Poliziano. Più tardi il Duca Lorenzo lo inviò a Roma insieme ad altri artisti fiorentini; qui Botticelli dal 1481 al 1482, dipinse la Cappella Sistina. I soggetti dei suoi tre affreschi sono: Punizione dei ribelli, Fatti della vita di Mosè e le Tentazioni di Cristo.

36

Le Storie di San Zenobio

Quello che è da tutti definito come il capolavoro del suo repertorio, è sicuramente Le storie di San Zenobio, che venne realizzato in tarda età, e che si disperse tra Londra, New York e Dresda. La solitudine fu la compagna dei suoi ultimi anni di vita. Analizzando la sua produzione temporale, ci possiamo accorgere che le sue opere seguono un percorso tracciato dalla corrente del tempo. Partiamo dall'Umanesimo, un periodo intenso e vivace dell’arte fiorentina e italiana; la bellezza è considerata come una manifestazione umana e naturale, ma anche come la manifestazione di qualcosa ben più alto di noi. Le sue opere le possiamo ammirare a Bergamo: Accademia Carrara; Firenze: Uffizi; Milano: Museo Poldi Pezzoli, Pinacoteca, Ambrosiana; Napoli: Museo Nazionale di Capodimonte; Roma, Vaticano: Cappella Sistina.

Continua la lettura
46

La Nascita di Venere

Dal punto di vista creativo, una fase molto creativa fu rappresentata dopo il ritorno nella sua città, dove rimase per parecchio tempo. In questo specifico periodo, Botticelli dipinse la sua famosissima opera, la Nascita di Venere, che oggi è esposta alla galleria degli Uffizi di Firenze. Dal 1490, in preda ad una profonda crisi religiosa, bruciò molti suoi dipinti di soggetto pagano. Tra il 1492 e 1497 fu occupato a preparare i disegni per illustrare la Divina Commedia di Dante Alighieri; oggi esposti al Staatliche Museen di Berlino e nelle Gallerie Vaticane. Il suo ultimo quadro non religioso, custodito agli Uffizi di Firenze, è La Calunnia di Apelle; segue poi le Due Pietà, situate al Museo Poldi Pezzoli di Milano; La Grande Natività mistica, al National Gallery di Londra.
In chiusura, vi consiglio la lettura di ulteriori articoli che possano darvi informazioni su Botticelli. Eccovi un link utile: http://www.storiadellarte.com/biografie/botticelli/vitabotticelli.htm.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Jacques Louis David: vita e opere

Jacques Louis David introdusse il neoclassicismo in Francia, maturato dai viaggi che egli fece per visitare Roma e quindi dagli studi che approfondì sulle opere italiane. Dopo il 1789 passò ad uno stile Realistico per rappresentare in maniera migliore...
Arti Visive

Georges Seurat: vita e opere

Georges Pierre Seurat è nato a Parigi il 2 dicembre 1859. Lì vi rimase gran parte della sua vita e sempre a Parigi frequentò la scuola di disegno dove conobbe Edmond Aman-Jean, pittore e critico d'arte. Con Edmond spesso usava andare al museo del Louvre,...
Arti Visive

Canaletto: vita e opere

Molti pittori hanno il diritto di essere ricordati per ciò che hanno fatto durante la loro vita e, soprattutto, per le loro opere. Esse, infatti, rappresentano tutto ciò che di buono hanno compiuto e che, tuttora, abbiamo la fortuna di poter ammirare...
Arti Visive

Giovanni Bellini: vita e opere

Il patrimonio culturale italiano è davvero molto vasto, soprattutto nel periodo del Rinascimento. Esso racchiude un vero e proprio tesoro. In particolare vedremo, all'interno di questa guida, a parlare di uno dei maggiori esponenti dell'arte pittorica...
Arti Visive

Piero della Francesca: vita e opere

È stata proprio la maniera dell'artista a influenzare particolarmente la successiva pittura italiana, grazie alle innovazioni prospettiche e ai giochi di colore decisamente all'avanguardia. Nella guida che segue, potrete leggere dunque la vita e le opere...
Arti Visive

Correggio: vita e opere

Correggio è il nome d'arte di un pittore italiano: Antonio Allegri, nato e morto proprio nella città di Correggio, in provincia di Reggio Emilia. È considerato uno dei maggiori esponenti della pittura del Cinquecento. Il suo stile è nato da uno studio...
Arti Visive

Caravaggio: opere e vita

La guida che andremo a impostare si occuperà di arte. Per essere più precisi, come avrete compreso attraverso la lettura del titolo della nostra guida, ora andremo a dedicarci a un personaggio che ha fatto la storia dell'arte: Caravaggio. Andremo a...
Arti Visive

Beato Angelico: vita e opere

Beato Angelico il cui nome originario era Guido di Pietro, fu uno dei più grandi pittori del Quattrocento, le cui opere nell'ambito del primo stile rinascimentale, incarnano un atteggiamento sereno e religioso e riflettono una forte influenza classica....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.