Simbolismo: storia, stile e maggiori esponenti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Nel corso degli anni si sono susseguiti moltissimi movimenti culturali che hanno caratterizzato le opere di opere di moltissimi artisti che vi hanno preso parte. Se siamo degli amanti della storia della cultura e ci piacerebbe riuscire a conoscere tutti i vari movimenti culturali e tutti i vari artisti, potremo ricercare su internet delle guide che ci forniscano in maniera molto semplice tutte le informazioni sui vari periodi storici di nostro interesse. Nei passi successivi, in particolare, vedremo la storia, lo stile e tutti i maggiori esponenti del Simbolismo.

26

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
36

Informazioni generali

Il Simbolismo si è manifestato nel corso dei secoli in varie versioni: ha influenzato particolarmente le lettere, è stato tenuto in considerazione nelle arti figurative e ha lasciato il suo segno anche su importanti artisti musicali del tempo.

46

Il Simbolismo nella Letteratura

Per quanto riguarda la letteratura, il Simbolismo si afferma tra il 1866 e il 1876 grazie all'adozione di una poesia astratta ed anti realista basata sul modello stabilito dai classici antichi ed esente dall'affrontare tematiche di carattere sociale. I maggiori esponenti di questa corrente sono Charles Baudelaire, Paul Verlaine, Arthur Rimbaud e Stéphane Mallarmé.

Continua la lettura
56

Il Simbolismo nella Pittura

Nella pittura invece, si cerca di superare la visione impressionista per mezzo di somiglianze reali tra oggettività e sensazioni personali. I quadri esprimono la spiritualità di tutto ciò che esiste ma che al tempo stesso non risulta visibile. I Canoni del dipinto devono essere l'ideismo, la sintesi, il soggettivismo e l'emotività. Questi ideali sono fermamente condivisi da Gustave Moreau, Odilon Redon, Emile Bernard, Pierre Bonnard, Maurice Denis, Arnold Bocklin e Giovanni Segantini.

66

Il Simbolismo nella Musica

Per quanto concerne la musica, grazie alle convinzioni di Richard Wagner, il Simbolismo viene considerato come un fenomeno artistico sottratto al condizionamento della realtà, contraddistinta da una sensualità morbida e da una sensualità dissimulata, senza tralasciare l'essenza remota. Le forme esplicative più importanti sono il canto declamato su ricordo seicentesco svincolato da rigide forme tradizionali e la visione dell'orchestra come indispensabile all'azione per raggiungere l'obiettivo comune. A questo punto non ci resta che leggere molto attentamente tutte le indicazioni riportate in precedenza per conoscere meglio come il Simbolismo ha influenzato tutti i vari settori dell'arte partendo dalla letteratura, passando per la pittura, fino ad arrivare alla musica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Linearismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il Linearismo è uno stile artistico, sviluppatosi in Italia agli inizi del 1400. Trae il nome dall'importanza attribuita alla linea rispetto al colore. Nelle arti pittoriche, si sottolinea la netta dominanza della forma. Questo va a scapito della profondità,...
Arti Visive

Arte moderna: storia, stile e maggiori esponenti

La storia dell'arte moderna rappresenta nel complesso, un movimento artistico compreso tra la seconda metà del milleottocento e la seconda metà del millenovecento, frutto di profonde trasformazioni. I precursori di tale movimento, nonché i maggiori...
Arti Visive

Arte Nouveau: storia, stile e maggiori esponenti

L'Arte "Nouveau" si colloca tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 in Europa. Essa si riferisce alle arti figurative, ma anche a quelle applicate e all'architettura. In poco tempo si diffonde in vari paesi, assumendo simili caratteristiche e connotati,...
Arti Visive

Art Decò: storia, stile e maggiori esponenti

L'Art Deco' trova il suo nome solo a partire dal 1960 anche se le sue radici affondano nel più remoto 1925, quando a Parigi si tenne l' Exposition Internationale des Arts Decoratifs et Industriels Modernes, ossia un'esposizione che guardava soprattutto...
Arti Visive

Arte povera: storia, stile e maggiori esponenti

L'arte è una disciplina molto importante, perché ci permette di conoscere e comprendere alla perfezione tutte le opere realizzare dai vari artisti negli anni, collocandoli in particolari correnti artistiche che ci consentono di comprendere in maniera...
Arti Visive

Dadaismo: storia, stile e maggiori esponenti

Tra il 1916 e il 1923 a Zurigo, città della Svizzera, si sviluppa il Dadaismo, un modo di vedere e concepire l'arte, soprattutto quella visiva ma che influenzò anche altri ambiti artistici. Se siete interessati a sapere qualcosa in più sul Dadaismo,...
Arti Visive

Futurismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il futurismo rappresenta uno dei movimenti più importanti e influenti dell'Italia del XIX secolo. Il fenomeno del futurismo non deve essere visto solo come un movimento letterario, ma come qualcosa di più grande che andò a modificare le più comuni...
Arti Visive

Anacronismo: storia, stile e maggiori esponenti

Se pronunciamo la parola anacronismo facciamo riferimento a una descrizione o riferimento di determinati fatti o personaggi, in un tempo che non appartiene alla loro natura. Questa parola trae origine dal vocabolo greco "ἀνά" che significa "contro"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.