Storia del blues

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il termine Blues deriva dalla locuzione inglese "to feel blue" vale a dire essere malinconico. Il blues è un canto popolare di origine afro-americana e di carattere profano. È caratterizzato da schemi armonici e formule ritmiche ricorrenti e da melodie basate su una scala che oscilla tra il modo maggiore e il minore spesso in modo indefinito, a causa della presenza delle "blue notes". Sono moltissimi i particolari da conoscere se si è particolarmente appassionati del blues, Di certo, recandovi da un professore di musica professionista, potrete conoscere tutto ciò che c'è da sapere sull'argomento, ma in tal modo dovreste spendere delle cifre di denaro considerevoli. Se, al contrario, preferite risparmiare notevolmente il vostro prezioso denaro, potrete approfondire voi stessi l'argomento tramite alcune ricerche piuttosto accurate sul web e tramite questa dettagliata guida. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con estrema attenzione le semplici indicazioni riportate precisamente nei semplici passi di questa interessante guida, per comprendere utilmente quante più notizie possibili sulla storia del blues.

24

Bluesmen

Nel XIX secolo iniziarono ad affermarsi degli spettacoli itineranti con musicisti che giravano accompagnati dai loro strumenti. È da qui che nasce il "bluesmen", una figura fondamentale per la nascita di quel processo che segnerà definitivamente la fine della schiavitù e una maggiore consapevolezza dei propri diritti. In questo secolo, il blues divenne la possibilità di un riscatto per i neri d'America. Il primo artista a cantare un blues fu una donna: si tratta di Mamie Smith, che nel 1917 incise "Crazy Blues" in un registratore.

34

William Christopher Handy

William Christopher Handy è da tutti considerato il padre del blues. Handy non fu il primo musicista a suonare blues, ma fu colui che contribuì maggiormente alla sua diffusione. Fra i migliori componimenti possiamo menzionare "Memphis Blues" del 1909 e "St. Louis Blues" del 1914 e lanciato da Bessie Smith. Altri artisti rappresentativi sono: Robert Johnson abile nell'uso della chitarra come pochi al mondo; Papa Charlie Jackson a cui dobbiamo "Spoonful" brano oggetto di numerose cover; Ma Rainey che è una delle prime donne ad aver registrato dischi influenzando altri generi musicali.

Continua la lettura
44

Blues e religione cristiana

Il Blues affonda le sue radici in tempi antichissimi. Durante il lavoro nelle piantagioni, gli schiavi inventarono questa innovativa forma di comunicazione metaforica che li aiutava a sopportare le fatiche quotidiane e scandiva le varie fasi del lavoro. Un altro aspetto importante legato al blues è la religione cristiana. Infatti, molti schiavi vedevano nella religione il superamento delle differenze razziali e un senso di libertà.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come eseguire il giro di blues con il basso

Come bisogna riuscire ad eseguire correttamente un giro di basso? Occorre avere la capacità d'improvvisare e non un insieme di regole da applicare. Naturalmente, cercherò di giustificare questa affermazione nei passaggi successivi della seguente guida.A...
Musica

I maggiori esponenti del blues

Il blues è un genere musicale molto vasto: ha una lunga storia e si ramifica in molti sottogeneri. L'inizio della musica blues risale ai canti della schiavitù delle comunità nere nelle piantagioni di cotone del sud america. È considerata la manifestazione...
Musica

Storia della musica rockabilly

Il Rockabilly è stato uno dei primi stili di rock and roll risalente ai primi anni 1950 negli Stati Uniti, in particolare nel sud. Questo genere fonde il suono popolare americano con lo stile musicale occidentale, come il country e il bluegrass, portando...
Musica

Come costruire la scala pentatonica minore

Una scala pentatonica (o pentafonica) è una scala musicale composta da cinque note. La sua etimologia deriva dal greco dove penta (πέντα) vuol dire cinque e tonica, proveniente da tonos (τόνος) che a sua volta deriva dal verbo teinō (τείνω),...
Musica

Janis Joplin: discografia completa

Insieme a Jimi Hendrix e Jim Morrison, Janis Joplin fu una delle "3 J" del rock internazionale famose per la loro bravura e anche triste morte successa alla giovane età di 27 anni. Questa cantante statunitense attiva negli anni Sessanta divenne molto...
Musica

I maggiori esponenti del jazz

Il jazz è una tipologia di musica nata nei primi anni del '900. Essa ha origine nelle comunità afroamericane del sud degli Stati Uniti, già grandi amanti del blues. Oltre alla sua importanza fondamentale per sconfinate tipologie di generi successivi,...
Musica

Le 5 rock band più celebri di sempre

Il rock è un genere di musica popolare, sviluppatosi negli Stati Uniti e nel Regno Unito nel corso degli anni cinquanta e sessanta del Novecento. È un'evoluzione del rock and roll, ma trae le sue origini anche da numerose altre forme di musica dei decenni...
Musica

Guida all'heavy metal: gli anni '70

Tra le varie correnti musicali che si sono susseguite dopo l'avvento del rock degli anni 50', ne troviamo tante, e tra queste in particolare l'heavy metal. Si tratta infatti, di un genere di musica rock che si è sviluppato tra il 1968 e il 1974, e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.