Storia: guida alla biografia di Indira Ghandi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Indira Ghandi, primo ministro dell'India, è stato il politico più efficace e potente del suo tempo in quel paese. Considerata un'eroina dai suoi sostenitori e, allo stesso tempo, odiata dai suoi nemici, Indira Ghandi, nel ventesimo secolo, ha aperto la strada per la democrazia in India, grande avvenimento per la storia del Paese. Nei passi seguenti verrà proposta una guida alla biografia di Indira Ghandi.

27

Occorrente

  • Conoscenze di base della storia dell'India
37

Allahabad la città natale di Indira Ghandi

Indira Ghandi nacque nella città settentrionale indiana di Allahabad nel 1917. Era l'unica figlia di Jawaharlal Nehru, una figura importante nel movimento nazionalista, che si dedicava al miglioramento della cultura all'interno della nazione. Il 18 gennaio 1966 divenne primo ministro dell'India. A causa delle sue convinzioni politiche, Jawaharlal, insieme a gran parte della sua famiglia, fu spesso incarcerato per sostenere il Mahatma Ghandi (1869-1948) e il movimento nazionalista.

47

Inzio del Percorso di vita di Indira Ghandi

La giovane Indira, con il padre spesso in carcere per motivi politici, la madre a letto con la tubercolosi e una situazione politica poco chiara, decise di abbandonare la scuola per dedicarsi agli studi filosofici. Poco dopo la morte della madre nel 1936, si iscrisse all’Università di Oxford, in Inghilterra. Nel marzo del 1942 Indira sposò Feroze Ghandi (anche lui non imparentato con il Mahatma Ghandi), nonostante le obiezioni di famiglia, in quanto i due non facevano parte della stessa condizione sociale e religiosa, essendo egli anche un discendente di immigrati iraniani. Feroze Ghandi divenne avvocato, direttore di un quotidiano e membro indipendente del Parlamento. Poco dopo il loro matrimonio, finirono entrambi in prigione per un periodo di tredici mesi per aver partecipato alle manifestazioni contro il dominio britannico.

Continua la lettura
57

Gli obbiettivi di Indira Ghandi per un India libera e indipendente

Dopo la morte del marito nel 1960, Indira, rimasta sola, riorganizzò il partito per renderlo uno strumento più efficace di gestione e di sviluppo nazionale. Il suo obiettivo era quello di ottenere una misura più ampia di giustizia sociale ed economica per tutti gli indiani. In seguito, una scissione nel partito la costrinse ad alleanze non in linea con la sua ideologia, con conseguente declino della donna, che, con il suo coraggio, sapienza ed amor patrio, era riuscita a coltivare e rendere visibile il sogno dell'India libera, indipendente e ricca. Dopo anni di governo, in un mondo diviso dalla guerra fredda tra due superpotenze, vicissitudini politiche e di confine con il nemico pakistano, Indira Ghandi fu assassinata nella sua residenza il 31 ottobre 1984, dalle sue stesse guardie di sicurezza. Dopo la sua morte, Indira Ghandi ha lasciato all’India e al mondo intero l’immagine e la biografia di una donna coraggiosa e democratica in uno dei paesi più popolati del mondo.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Italo Calvino: biografia e opere

Italo Calvino fu uno dei più importanti scrittori che appartenevano alla corrente denominata Neorealismo e, nelle proprie opere letterario, sono presenti sia una descrizione analitica delle situazioni sia un senso dell'ironia abbastanza sviluppato: precisamente,...
Letteratura

Guida sulla biografia dell'Imperatrice Sissi

Parlando di Austria e di Impero austro-ungarico ci viene subito in mente la più celebre delle principesse, divenuta una delle principesse più famose della storia, anche grazie ai celebri film Anni Cinquanta del regista Ernst Marischka ovvero l'affascinante...
Musica

Biografia di Maria Callas

,Biografia di Maria Callas nota al pubblico come Maria Callas, è nata a New York nel 1923 ed è stata il più grande soprano che la storia del bel canto abbia conosciuto, meritatamente soprannominata "la diva" o "la divina" grazie alla sua voce potente...
Letteratura

Vittorio Alfieri: biografia e opere

Elegante, inquieto, eccentrico e dall'animo incapace di restare in silenzio dicendo sempre la sua opinione, anche nei contesti meno opportuni: lo spirito ribelle di Vittorio Alfieri non si evince solo dalla sua biografia, ma soprattutto dalle sue opere....
Letteratura

Paulo Coelho: biografia e opere

Il 24 Agosto del 1947 nasce a Rio de Janiero, un uomo che ad oggi viene considerato uno degli autori più letti e amati della letteratura mondiale: Paulo Coelho. Il segreto del suo successo sta nel suo modo semplice di parlare dritto al cuore, di toccare...
Letteratura

Biografia e opere di Dante

Dante Alighieri è il poeta italiano, appartenente al periodo medievale, più conosciuto a livello mondiale. Considerato da tutti il padre della lingua italiana, deve la fama alla sua opera più famosa, la Divina Commedia, tra i più grandi capolavori...
Letteratura

Banana Yoshimoto: biografia e opere

Banana Yoshimoto (pseudonimo di Mahoko Yoshimoto) è una grande autrice della letteratura contemporanea giapponese. Insieme ad altre due autrici, ossia Hayashi Masako e Yamada Eimi, la Yoshimoto ha dato vita ad una sorta di letteratura post femminista....
Arti Visive

Cimabue: biografia e dipinti

Cenni di Pepo, sicuramente più conosciuto con lo pseudonimo Giovanni Cimabue, è nato a Firenze attorno al 1240 ed è morto a Pisa nel 1302. Il pittore si è collocato in una scia artistica legata ancora al classicismo bizantino, pur elaborando un proprio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.