Strumenti e tecnica per fare Sumi-e, l'arte pittorica orientale

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Letteralmente significa "inchiostro nero" (sumi) e "pittura" (e). Il Sumi-e è una pittura che utilizza inchiostro e acqua. Si tratta di uno stile pittorico monocromatico dell'Estremo Oriente, nato in Cina e introdotto poi in Giappone, durante la metà del XIV secolo, da alcuni monaci buddisti Zen, ove ha raggiunto il suo massimo splendore. In Oriente, l'arte di dipingere non è solo una tecnica da apprendere, ma un particolare modo di vivere, capace di rivelare il mistero stesso dell'universo.
Lasciamoci affascinare e impariamo, dunque, a conoscere gli strumenti e la tecnica per fare Sumi-e, l'arte pittorica orientale che permette di entrare in sintonia con le leggi della natura.

24

Diversi pennelli per diversi effetti

Come nell'arte della calligrafia, l'artista di Sumi-e prepara l'inchiostro polverizzando delle barrette contro un'apposita pietra. I pennelli che utilizza hanno la punta assottigliata e sono costituiti di bambù e peli di animali. A seconda dell'animale dal quale vengono realizzati, producono effetti diversi: i pennelli piccoli di peli di lupo tracciano linee sottili; quelli di pecora, invece, lasciano sulla carta una traccia d'inchiostro che sfuma dal grigio fino al nero. Le linee tracciate non possono essere cancellate. Sulla carta di riso, inoltre, ogni ritocco viene immediatamente percepito. Ecco perché questa tecnica necessita di molta concentrazione, calma e pratica.

34

Temi legati alla natura

Il Sumi-e raffigura principalmente i cosiddetti Quattro Nobili, ossia quattro specie di piante, ciascuna simbolo di una stagione: Le orchidee per la primavera; il pruno asiatico per l'estate; i crisantemi per l'autunno e il bambù per l'inverno. Non è un caso che il tema dominante della pittura cinese sia proprio il paesaggio. Anche quando i soggetti sono altri, gli occhi dell'osservatore vengono sempre colpiti dagli elementi naturali presenti nel dipinto, come possono essere una cascata, una montagna o un bambù. Il Sumi-e insegna a cogliere l'essenza profonda della natura, porta al contatto diretto con l'origine di tutto.

Continua la lettura
44

Sumi-e esempio di arte-terapia

Praticando Sumi-e si entra in contatto col proprio corpo. Si ritrova la calma, si potenzia la capacità di concentrazione, si stimola la creatività e si approfondisce la propria sensibilità. Il talento, in quest'arte, non è essenziale. Tutti possono imparare, seguendo lo spirito dell'istruttore. Un dipinto realizzato con il Sumi-e ci dice molto su ciò che l'artista ha voluto comunicare. In esso si percepisce l'energia trasmessa: dall'incertezza del tratto alla sicurezza dello stesso. Tutto è chiaro ed evidente. L'opera d'arte appare nella sua forma originale, senza ritocco alcuno. La natura rappresentata è spoglia, priva di qualsiasi tentativo di abbellimento, pura in tutta la sua bellezza.
Il Sumi-e non è per noi occidentali, perennemente stressati da abitudini di vita frenetiche. Dovremmo ritrovare la calma e riscoprire il contatto con la natura, versandoci nella pittura. In questo modo vivremmo più a lungo!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come Si Utilizza La Tecnica Pittorica Della Mascheratura

In arte, ma anche nell'artigianato e nell'ingegneria, la mascheratura è l'uso di materiali atti a proteggere le aree da modificare o per mettere a fuoco il cambiamento su altre aree. La mascheratura può anche descrivere le tecniche e i materiali utilizzati...
Arti Visive

L'arte dell'espressionismo

L'arte dell'espressionismo è una corrente artistica caratterizzata da un esasperato soggettivismo, diffusa soprattutto in Francia e in Germania nel primo ventennio del ventesimo secolo. Nasce in risposta al movimento razionalista, proponendo soluzioni...
Arti Visive

I materiali e gli strumenti di lavoro per dipingere

La pittura permette non solo di produrre le proprie opere, ma di sfogare il bisogno naturale di esprimersi liberamente senza troppe costrizioni. La passione si può anche trasformare in lavoro e il piccolo lavoro nella propria cameretta, può diventare...
Arti Visive

Come decorare oggetti con la tecnica ebrù

L'Ebrù (dal persiano Ebru, nuvoloso, nuvola), è un'antica tecnica utilizzata per decorare la carta con deliziosi motivi e particolari chiazzature che ricordano le venature di una superficie di marmo, per questo è anche conosciuta come l'arte di marmorizzare...
Arti Visive

L'arte di Igbo-Ukwu

L'arte di Igbo-Ukwu è una fase dell'arte nigeriana compresa nel periodo che va dal IX all'XI secolo d. C. Essa deve il suo nome al villaggio di Igbo-Ukwu nello stato di Anambra, a sud del Sahara, nella Nigeria sud-orientale, dove nel 1938, in modo del...
Arti Visive

La pittura a tempera: strumenti e tecniche

La pittura a tempera è una delle forme artistiche più antiche: era infatti giá utilizzata da Egizi, Greci e Romani. Il nome deriva dal latino “temperare” ovvero mescolare. Per tempera si intende infatti quella tecnica che usa pigmenti in polvere...
Arti Visive

Shodo: l'arte della calligrafia giapponese

Oggigiorno per scrivere lettere ed in generale documentazione cartacea, la maggioranza dei giapponesi, come tutti gli occidentali, usano matite, penne, pennarelli. Ció nonostante lo Shodo, l'arte della scrittura con pennello ed inchiostro, continua a...
Arti Visive

Come individuare il falso d’arte

Non è falso ciò che è falso, è falso ciò che inganna. Parlando di opere d'arte, infatti, l'idea di falso è una convenzione, parte di una prassi che ci porta a considerare un'oggetto falso, non vero. In realtà un'opera materiale non può considerarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.