Titanic: storia e curiosità

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La storia dell'affondamento del Titanic, il celebre transatlantico costruito dalla Harland and Wolff, ha fatto il giro del mondo, soprattutto grazie al celebre film con protagonisti Leonardo Di Caprio e Kate Winslet, al punto tale che questa parola è diventata sinonimo di disastro di inaudite proporzioni. Il transatlantico britannico RMS Titanic, di proprietà della White Star Line, partì da Southampton in data 10 aprile 1912 soto il comando del capitano Edward John Smith e nessuno poteva immaginare che non avrebbe fatto più ritorno. La nave, infatti, lunga 269 metri e larga 28, con propulsione a vapore e una capacità di carico di 3547 persone, aveva un soprannome che era tutto un programma e cioè "l'inaffondabile", con la postazione radio più potente dell'epoca. Qui di seguito vedremo un po' di storia e curiosità a rigurado. Forza, proseguite nella lettura per saperne di più.

26

L'appuntamento

Nella notte tra il 14 e 15 aprile 1912, alle ore 23:40, il Titanic aveva un triste appuntamento con il destino, proprio durante il viaggio inaugurale che avrebbe dovuto portarlo a New York. Fatale risultò infatti la collisione notturna contro un gigantesco iceberg, che ne determinò l'affondamento.
A seguito dell'impatto, la nave si spezzò in due tronconi e il bilancio di perdite umane fu altissimo. Morirono infatti 1518 dei 2223 passeggeri imbarcati e solamente 705 furono i superstiti. Una tragedia immane che naturalmente finì sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo, oltre a rimanere impressa nella memoria anche negli anni a venire.

36

La costruzione

Il Titanic era stato costruito in modo tale che avrebbe potuto continuare a galleggiare anche nella malaugurata ipotesi di allagamento dei due compartimenti intermedi, ma anche con i primi quattro compartimenti di prua allagati. La sfortuna volle però che dal micidiale impatto con l'iceberg seguì l'allagamento dei primi cinque compartimenti prodieri e fu proprio questo fatto a causare la tragedia. La nave più vicina per prestare un primo soccorso era il Carpathia, che si trovava a 58 miglia di distanza, il che voleva dire quattro ore di viaggio per giungere sul posto dell'incidente, un'eternità per le persone finite in acqua, la maggior parte delle quali non riuscì a sopravvivere al freddo delle gelide acque (la temperatura era di zero gradi). Contrariamente a quello che molti ancora credono, la maggior parte delle vittime morì per ipotermia e non per annegamento, anche perché quasi tutti erano provvisti di salvagente.

Continua la lettura
46

La Californian

A soli 19 km dal punto dell'affondamento si trovava la nave Californian, come confermano diversi testimoni. I razzi bianchi di richiesta d'aiuto, nella concitazione del momento, furono però sparati con una sequenza sbagliata. Uno degli ufficiali del Californian notò la scia di un razzo, ma lo scambiò per una stella cadente; alla seconda scia avvertì il capitano Lord, ma purtroppo quest'ultimo non riuscì a stabilire nessuna comunicazione attraverso il codice Morse.

56

Il naufragio

Il tragico naufragio del Titanic fece smuovere l'opinione pubblica, fino alla convocazione della prima conferenza sulla sicurezza della vita umana in mare della storia. Solo l'1 settembre 1985, una spedizione franco-americana, condotta dall'oceanografo Robert Ballard, partì per ritrovare il relitto, che venne localizzato grazie a un sonar-robot a circa 486 miglia dall'isola di Terranova, su una piana abissale a una profondità di 3787 metri. Un paio di anni dopo si iniziò con il recupero di rottami, cassaforti, manufatti e oggetti di valore, in seguito esposti in varie mostre.

66

Morgan Robertson

Alcuni anni prima della tragedia, un tale Morgan Robertson, autore americano di scarso successo, pubblicò un romanzo intititolato Futility, or the Wreck of the Titan. Nel libro si narra la vicenda di un lussuoso transatlantico chiamato Titan, il più grande mai costruito e ritenuto inaffondabile, che in aprile, durante il viaggio inaugurale, affonda tragicamente in seguito a una collisione con un iceberg nel Nord Atlantico. Il libro venne poi considerato come una sorta di profezia. Oltre alle tragiche circostanze in cui affonda il transatlantico, ci sono infatti altri dettagli che ricordano il naufragio del Titanic, ad esempio le caratteristiche della nave (tra cui le dimensioni, il peso dell nave, il numero dei compartimenti stagni), lo scarso numero di scialuppe di salvataggio, ecc.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Le colonne sonore più belle dei film

La musica si lega a moltissime arti, compresa quella cinematografica. Non esiste infatti una pellicola che non sia legata ad una canzone, una colonna sonora o un gingle che abbiano contribuito a renderla famosa. Nel dettaglio all'interno di questo tutorial...
Recitazione

Le più belle scene di film romantici

I film sono molto di più di un semplice intrattenimento con cui passare una o due ore. Un film fatto bene riesce a regalare allo spettatore emozioni e sensazioni incredibili, tali da coinvolgerlo direttamente nella vicenda, facendo auspicare che la storia...
Arti Visive

I 10 film americani più commoventi

Pellicole divenute un classico, altre più recenti, che si ricordano per averci obbligato ad aprire un fazzoletto più volte nel corso della visione. Prevalgono nettamente nella nostra lista film di origine statunitense, dopotutto è la cinematografia...
Mostre e Musei

Come visitare il Museo di Hundertwasser di Vienna

Hundertwasser rappresenta uno dei musei più importanti di Vienna. Precisamente è stato inaugurato nel 1991, e la sua sontuosa struttura ospita le opere d’arte del pittore Freidricher Hundertwasser, nel pienissimo rispetto dei suoi principi artistici...
Arti Visive

Come disegnare un iceberg

Quando si tratta di sapere come disegnare acqua, neve, ghiaccio oppure degli iceberg, teniamo presente che non sono la tipologia di disegni più semplici da eseguire ed andremo a capirne qui di seguito i motivi. Mentre per soggetti tipo fiori, piante,...
Letteratura

I migliori libri di spionaggio

Leggere è un qualcosa di molto bello e di appassionante, in particolar modo se stiamo leggendo dei libri molto belli e coinvolgenti. Tuttavia, ci sono anche dei libri molto interessanti, che spesso vengono tenuti in scarsa considerazione, ad esempio...
Arti Visive

Theodore Gericault: le opere principali

Nato in Francia nel 1791, Theodore Gericault è stato uno dei più grandi esponenti dell'arte romantica di inizio XIX secolo. I suoi temi preferiti furono la lotta sociale, l'emarginazione, la sofferenza umana e la sconfitta. È stato forse il più importante...
Arti Visive

I 10 quadri più famosi della National Gallery di Londra

La National Gallery è un museo situato a Londra dal 1824. Oggigiorno esso è meta di numerosi turisti che si recano appositamente per visitare le famosissime opere che vi risiedono all'interno. In questa guida pertanto verranno presentati i dieci quadri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.