Trompe l'oeil: la tecnica

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il Trompe l'Oeil è una tecnica pittorica le cui radici risalgono all'antica Grecia. Qui il pittore Zeusi dipingeva grappoli d’uva alquanto realistici. Infatti attiravano uccelli in cerca di cibo. Sappiate che tale termine deriva dal francese. Letteralmente significa “ingannare l’occhio”. Approfondendo la tecnica del Trompe l'Oeil, scoprirete le sue svariate applicazioni. Inoltre la tecnica del Trompe l'Oeil ricrea un’impressione di tridimensionalitá su superfici bidimensionali. Inganna, quindi, l’osservatore. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, in cosa consiste la tecnica Trompe l'Oeil.

24

Principali applicazioni

Le principali applicazioni del Trompe l'Oeil, le ritroverete in pittura. La tecnica del Trompe l'Oeil la si usa soprattutto nei murali. Qui osserverete opere su vasta scala, che combinano elementi architettonici tridimensionali con paesaggi/figure. Inoltre, la tecnica del Trompe l'Oeil la potrete ammirare nella Grisaille. Con tale termine francese s'indica l’utilizzo di chiaroscuri, di sfumature di grigio e di effetti ornamentali. Questi possono essere monocromi o con effetti policromi. Anche negli intarsi potreste adocchiare la tecnica del Trompe l'Oeil. Soprattutto sulle incisioni decorative nella pietra e nel legno. Il Trompe l'Oeil lo si usa anche nei finti dettagli.

34

Tecniche di base

Se vi cimenterete nella tecnica del Trompe l'Oeil, non dimenticatevi una regola di base. L’oggetto rappresentato lo dovrete dipingere nelle dimensioni reali o come vi appare. Quindi per adoperare tale tecnica, dovrete essere estremamente accurati nelle proporzioni. Tale capacità implica una profonda padronanza di conoscenze matematiche e geometriche. Inoltre, l'artista dovrà conoscere l’esatta ubicazione dell’opera. Così analizzerà il punto di vista dell’osservatore. Valuterà, quindi, angolazioni di luce, giochi d’ombra e punti di fuga. L’uso dei chiaroscuri e della prospettiva sono indispensabili.

Continua la lettura
44

Tecnica tradizionale

La tecnica del Trompe l'Oeil tradizionale richiede la soppressione delle pennellate. In pratica, scompare l’autografo dell’artista. Mentre si predilige la resa meticolosa delle immagini. Questa tecnica la si usa, di solito, solo per rappresentare oggetti inanimati o statici. Tuttavia se ben eseguita, per l’osservatore sarà difficile discernere il reale dal fittizio. Paesaggi, ritratti, nature morte, flora e fauna in generale sono i temi rappresentati dal Trompe l'Oeil. Osservando tali scene, l’osservatore si aspetta dei movimenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come dipingere un trompe oeil

La tecnica pittorica del trompe oeil sta trovando numerosi consensi nel corso degli ultimi anni. Si tratta di un sistema con il quale si dipinge un'illusione ottica su un muro qualsiasi. Chiunque può mettere in pratica questa idea, magari rendendo gli...
Arti Visive

I maggiori esponenti del cubismo

All'inizio del '900 diversi pittori francesi cominciarono a riprendere i loro soggetti da varie angolazioni simultaneamente, riportando sopra la tela anche i dettagli degli oggetti che loro già erano a conoscenza. Il risultato fu veramente sorprendente...
Arti Visive

Guida alle opere di Magritte

René Magritte nasce a Lessines il 21 novembre 1898. È un noto pittore, considerato tra i maggiori esponenti del surrealismo belga. Inizialmente il suo stile è vicino al futurismo e al cubismo, ma in seguito si concentra sul genere pittorico detto trompe-l'oeil...
Arti Visive

Magritte: le migliori opere

René Magritte è stato uno dei maggiori esponenti europei della corrente surrealistica. Tra i tanti nomi con cui era conosciuto possiamo ricordare “le saboteur tranquille”, a causa del suo modo delicato di insinuare un dubbio nello spettatore. Bisogna...
Arti Visive

Come riconoscere lo stile Barocco

Lo stile Barocco nasce intorno al 1600 dopo il Rinascimento ed ha le sue origini a Roma. Il Barocco è la rappresentazione, in tutti le sue sfaccettature, della sfarzosità e festosità che caratterizza quell'epoca. Tutti i settori della cultura sono...
Recitazione

Come realizzare la scenografia di una stanza

Quando ci troviamo di fronte ad una scenografia, restiamo spesso affascinati da quanto una stanza sia allestita a regola d'arte. La scena che ci appare dinanzi agli occhi assume un aspetto estremamente realistico: inoltre, con il suporto di un'adeguata...
Arti Visive

La street art di Banksy

Sono molto felice di parlarvi di Banksy, un artista di street art presumibilmente inglese. Nato probabilmente a Bristol negli anni Settanta, la sua identità è sconosciuta, avendo scelto di rimanere avvolto nel mistero. Questo fatto, cioè di poter avere...
Arti Visive

Come riconoscere un quadro di Picasso

Picasso è uno dei pittori più famosi del mondo. Ogni sua opera è carica di significato e tecnica per un connubio davvero unico. Un quadro di Picasso, però, non va solo visto così di sfuggita ma osservato con cura e attenzione in quanto non rispecchiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.