Tutto sulle campane tibetane

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nelle antiche civiltà le campane hanno sempre svolto un ruolo importante all'interno del contesto sociale. In particolare, presso i popoli orientali, esse erano considerate un ponte tra il mondo terreno e quello spirituale, e venivano usate per raggiungere e ricreare l'armonia cosmica. Tra i diversi tipi di campane risaltano le campane tibetane, molto particolari nell'aspetto e per il loro utilizzo; vengono infatti usate non solo per produrre suoni, ma anche per rilassare e ottenere effetti benefici sull'uomo.
Leggendo questa guida imparerete a conoscere questo tipo di campane, e ad usarle in modo appropriato, per sfruttare tutte le loro qualità.

24

Impariamo a conoscere le campane tibetane

Le campane tibetane, che hanno la forma di ciotole di varie dimensioni, possono essere considerate strumenti musicali molto antichi, utilizzati non solo in Tibet ma anche in altre zone dell'Asia. Il suono prodotto percuotendole è molto particolare, e pare sia positivo per il corpo umano, perché lo riequilibrano, liberandolo da stress e negatività. Secondo la tradizione, le campane tibetane sono in grado di riprodurre l'OM, cioè il suono della creazione e dell'energia cosmica. Per questo motivo esse vengono utilizzate dai monaci tibetani per accompagnare i loro canti e raggiungere esperienze mistiche extracorporali. Vengono usate anche nel mondo occidentale, assieme ad altri metodi di meditazione e rilassamento, per armonizzare i sette chakra del corpo umano e per favorire processi di auto-guarigione.

34

Come utilizzare le campane tibetane

Le campane tibetane devono essere costruite con una lega di sette metalli; ogni metallo deve far riferimento ad uno dei pianeti del nostro sistema solare. L'oro richiama il Sole, l'argento la Luna, il mercurio richiama il pianeta omonimo, il rame richiama Venere, il ferro Marte, lo stagno richiama il pianeta Giove e il piombo Saturno. Ogni campana ha un suo suono particolare, più basso o più alto a seconda della dimensione e dello spessore; per produrre il suono si può colpire la campana con un bastoncino di legno oppure strofinare in maniera circolare il bastoncino sull'orlo superiore della campana, in modo da ottenere il suono di una vibrazione molto particolare.
Riempiendo inoltre la campana con dell'acqua, si possono ottenere suoni e vibrazioni differenti.

Continua la lettura
44

Perchè usare le campane tibetane

La melodia prodotta dalle campane tibetane, oltre ad essere piacevole, è anche curativa: infatti produce una vibrazione che, attraverso il braccio di chi la usa, si propaga a tutto il corpo, provocando uno stato di quiete e quindi un totale benessere psicofisico. Per questo motivo negli ultimi anni le campane tibetane vengono utilizzate nel mondo occidentale sempre più spesso, ad esempio durante lezioni di yoga, per favorire la concentrazione e il rilassamento, ed anche durante sedute di ginnastica, o semplicemente vengono tenute in casa e vengono usate al momento del bisogno, quando si sente la necessità di rilassarsi e prendere le distanze da pensieri negativi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come suonare un sassofono baritono

Il sassofono baritono è uno dei più importanti strumenti musicali appartenenti alla famiglia dei sassofoni; spesso viene chiamato anche semplicemente "sax bari" ed è caratterizzato da un suono ricco e morbido. Questo strumento viene comunemente utilizzato...
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Come imparare a suonare l'oboe ad ancia doppia

Se volete sapere come imparare a suonare l'oboe ad ancia doppia seguite le poche istruzioni di questa guida, riuscirete ad intonare le prime melodie. Poi solo l'esercizio potrà perfezionare la vostra tecnica. L'oboe è uno strumento musicale dalla storia...
Musica

Come far "suonare" i bicchieri a calice

Se ti dovesse essere capitato di vedere alla televisione delle persone che suonavano con dei bicchieri a calice, ti sarà di sicuro venuta voglia di provare anche a te questa esperienza speciale. In questa guida, passo dopo passo, ci occuperemo di fornirvi...
Musica

Domenico Scarlatti: vita e opere

Domenico Scarlatti nasce in Campania, a Napoli nel 1685 ed è il sesto di dieci figli del celebre compositore Alessandro Scarlatti, che fu anche insegnante ed esponente di punta della Scuola Napoletana. Domenico è un clavicembalista classificato come...
Musica

Come suonare il trombone a pistoni

Da sempre il miglior metodo di comunicazione tra le persone è la musica. Quest'ultima, ovviamente, è intesa come una melodia generata da uno strumento musicale creato appositamente; questi strumenti musicali si dividono in 5 categorie differenti: gli...
Musica

Come pulire il sax

Quando si suona il sax è molto importante prendersi cura del proprio strumento e far si che possa essere sempre ben pulito e così sempre funzionante. Pulire il sax non è molto difficile, bastano degli accorgimenti e gli elementi adatti. Una volta effettuata...
Musica

Come scrivere una canzone napoletana

Quando si fa un discorso sulla canzone napoletana, il più delle volte ci si sofferma su un mero repertorio musicale di tipo folcloristico. La musica napoletana è invece un vero e proprio genere a sé. Le sue origini si possono ricondurre al XIII secolo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.